Patto di famiglia, stangata della Cassazione

A
A
A

Brutte notizie sul fronte fiscale

di Redazione20 dicembre 2018 | 11:30

Una tassa del 6% si abbatte sul patto di famiglia. Il contratto introdotto per consentire, a genitori e figli, di trasmettersi la proprietà delle aziende o delle quote di capitale delle società. Per la Cassazione, infatti, l’attribuzione che il figlio assegnatario dell’azienda effettua a favore dei fratelli per compensarli, si deve considerare come una donazione. Da qui l’applicazione dell’aliquota del 6%, che scatta per un valore dell’attribuzione che superi i 100mila euro.

La corte si è espressa così a riguardo al caso di una madre che aveva attribuito l’azienda al figlio. E lui aveva poi compensato la sorella versandole una somma in denaro. Attribuzione che era stata tassata al 4% per il valore eccedente il milione di euro. Ma per i giudici, invece, si è trattato di una donazione del fratello nei confronti della sorella.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, cosa insegna la Cassazione

Così parlò la Cassazione: le polizze vita sono sequestrabili

Ti può anche interessare

Banca Finnat: masse su, utile giù

L'utile netto è stato di 1,37 milioni di euro, in contrazione rispetto agli 1,57 milioni contabiliz ...

Banca Finnat, margine d’interesse e masse gestite in crescita

Il primo semestre di Banca Finnat va in archivio con risultati in crescita a parità di perimetro ri ...

La fattura elettronica debutta in salita

Pioggia di polemiche per i primi problemi. Le stime parlano di oltre 1,8 miliardi di e-fatture emess ...