Mirabaud, target raggiunto sul private equity

A
A
A
di Redazione21 dicembre 2018 | 09:53

Obiettivo raggiunto. Mirabaud Asset Management, società del gruppo in­dipendente Mirabaud, fondato a Ginevra nel 1819, e specializzato nella gestione di patrimoni per clientela privata e istituzionale, ha recentemente annunciato di avere ottenuto il target di raccolta del suo primo veicolo di private equity, interamente sottoscritto da clienti istituzionali e family office internazionali, che ha superato l’obiettivo iniziale di 150 milioni di euro.

Lionel Aeschlimann, Managing Partner del Gruppo Mirabaud e CEO di Mirabaud Asset Management, e Renaud Dutreil, Head of Private Equity di Mirabaud Asset Management, si sono dedicati allo studio approfondito e alla selezione di società all’interno del seg­mento relativo all’eccellenza manifatturiera, nell’ambito della “cura personale e del fashion”, un’area che beneficia del continuo sostegno di una clientela internazionale alla ricerca di qualità, cultura e autentico savoir-faire. La strategia “Living Heritage” mira ad accompagnare un portafoglio di circa 10 aziende accuratamente selezionate e leader nel loro settore con base in paesi all’avanguardia come Francia, Italia o Svizzera, che portano avanti una lunga tradizione di imprenditoria familiare nel lusso e lifestyle.

La strategia si basa sulla selezione di società ben posizionate per raggiungere e superare 50 milioni di euro di fatturato e alle quali viene fornito sostegno sotto forma di finanziamenti a favore della crescita, dello sviluppo del capitale umano, del marketing, dell’attività commerciale e dell’innovazione dei prodotti, a sostegno e complemento di una migliorata internazionalizzazione.

Lionel Aeschlimann, Chief Executive Officer di Mirabaud Asset Management, ha di­chiarato: “Siamo lieti e orgogliosi di aver messo a disposizione dei nostri clienti questo approccio e questa opportunità unica di investimento nel private equity. L’arrivo di Renaud Dutreil in qualità di Direttore della nostra attività di private equity rafforza i legami di Mirabaud con la comunità degli imprenditori di oggi e amplia lo spettro delle opportunità che offriamo ai nostri partner di investimento.”

David Basola, Responsabile per l’Italia di Mirabaud AM, ha così commentato “La volontà del Gruppo Mirabaud, che vanta 200 anni di storia, è quella di puntare alla generazione di performance basate su una visione di lungo termine e su forti convinzioni guidate da processi trasparenti. Con questo obiettivo abbiamo deciso di impegnarci in questo segmento che rappresenta non solo una decisione strategica per il futuro, ma anche una naturale evoluzione data la stretta vicinanza del Gruppo con il tessuto imprenditoriale europeo, fin dalla fondazione della Banca Mirabaud nel 1819.”


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mirabaud AM a passo di samba

Un ex Ubs per Mirabaud

Poker di nomine per Mirabaud

Ti può anche interessare

Collezionisti in cerca di buone pratiche

di Alessia Zorloni Molte transazioni di opere d’arte si concludono con discussioni e dispute legal ...

Ziegler rafforza il pb di Banca Finnat

Banca Finnat conferma di voler puntare con decisione sul private banking per crescere. La società d ...

Astorg cede Megadyne a Partners Group

Megadyne sviluppa e produce cinghie in poliuretano e gomma per il settore delle trasmissioni di pote ...