Da SGA offerta vincolante a Banca del Fucino per la cartolarizzazione di un portafoglio di Npe

A
A
A

L’operazione riguarda un portafoglio di Non Performing Exposure per un Gbv (gross booking value) pari a 314 milioni di euro

Chiara Merico di Chiara Merico21 dicembre 2018 | 10:07

SGA ha presentato una binding offer a Banca del Fucino per la strutturazione di un’operazione di cartolarizzazione di un portafoglio di Non Performing Exposure per un Gbv (gross booking value) pari a 314 milioni di euro. Il portafoglio, composto da oltre 3.200 posizioni, comprende sia crediti in sofferenza (211 milioni di euro), sia crediti classificati come unlikely to paypast due (103 milioni). Nell’ambito della cartolarizzazione, SGA ricoprirà il ruolo di Master Servicer e Special Servicer, nonché di sottoscrittore delle tranche equity. Il perfezionamento dell’operazione è atteso nel corso del primo trimestre del 2019, tenuto anche conto del compimento del parallelo processo di aggregazione in corso tra Banca del Fucino e Igea Banca.

L’iniziativa si inquadra nel percorso di incremento dei volumi di business di SGA, previsto dalle Linee Strategiche per il quinquennio 2019 – 2023 recentemente approvate dal Consiglio di Amministrazione della Società.

Nell’ambito delle operazioni di cartolarizzazione di crediti NPE, SGA può svolgere un ruolo di primo piano grazie a:

  • un track record consolidato nella gestione delle sofferenze (Fitch ha attribuito a SGA lo Special Servicing Rating: Residential SS Rating RSS2-, Commercial SS Rating CSS2-, ABS SS Rating ABSS2);
  • un presidio dell’intero processo di gestione dei crediti unlikely to pay (SGA è, infatti, il primo servicer in Italia per masse unlikely to pay gestite);
  • una efficienza operativa connessa alle economie di scala;
  • la disponibilità di SGA ad intervenire anche come co-investitore, facendo leva su un approccio valutativo rigoroso e un costo del funding competitivo (Fitch ha assegnato a SGA il corporate rating Long-Term Issuer Default Rating BBB- e Short-Term Issuer Default Rating F3).

Nell’ambito dell’operazione, SGA è assistita da KPMG Corporate Finance in qualità di advisor finanziario e dallo Studio Legale RCC in qualità di advisor legale.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Igea-Banca del Fucino: così riparte la storica private bank

Addio al presidente di Banca del Fucino

Banca del Fucino lancia il servizio di consulenza fee-only

Ti può anche interessare

Autunno caldo per l’arte

Alessandro Cuomo   Il mercato dell’arte internazionale è pronto a entrare nel vivo con gli u ...

Antiriciclaggio sotto osservazione

Andrea Vivoli, corporate & finance business advisor   Il recepimento della IV Direttiva ant ...

La Française cresce in Germania con Veritas

Il gruppo Veritas opera con successo sul mercato tedesco dal 1991, inizialmente dalla sua sede a Fr ...