UBS, al via la corsa al dopo Ermotti

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio8 gennaio 2019 | 08:34

Il passaggio di testimone non avverrà a breve, ma comunque il dado è tratto. Sergio Ermotti e Alex Weber, rispettivamente chief executive officer e presidente di UBS, dovranno lasciare le cariche attualmente ricoperte, dato che sono in carica da oltre sette anni, l’arco di tempo massimo fissato dallo statuto dell’investment bank elvetica.

Secondo rumors delle agenzie, tra i candidati a entrare in UBS vi è Christian Meisner, top manager austriaco, già ai vertici di Bank of America. L’idea sarebbe quella di reclutarlo a breve e farlo crescere all’interno, in vista della successione a Ermotti.

Ormai definitivamente tramontata, invece, l’ipotesi dell’italiano Andrea Orcel, a lungo delfino del ceo ticinese, che però nei mesi scorsi ha lasciato UBS per andare a guidare Santander.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

UBS, la frontiera dell’investment baking

Accenture: digitalizzazione sfida chiave per l’investment banking

La trimestrale di Barclays batte le attese, grazie all’investment banking

Ti può anche interessare

La primavera degli hedge fund

Ad aprile performance positive per tutte le strategie di fondi alternativi. Quanto alle aree geograf ...

Centurion Global Fund, nuovo investimento per il private equity

Il Fondo Centurion Private Equity Opportunities, gestito da Centurion Global Fund SICAV P.L.C., inve ...

Banca del Piemonte, 2017 in crescita

L'utile al netto delle imposte si attesta a 7,2 milioni, in aumento del 30% sul 2016. ...