Santander si ricrede su Orcel: costa troppo

A
A
A
di Marcello Astorri 16 Gennaio 2019 | 12:07
Il cda di Santander rinuncia al banchiere italiano, che era stato annunciato a settembre come nuovo ceo

Il consiglio d’amministrazione di Santander ha bocciato la nomina dell’italiano Andrea Orcel a nuovo amministratore delegato. Una decisione a sorpresa, dal momento che la scelta di Orcel come nuovo timoniere era stata annunciata dallo stesso istituto spagnolo a settembre. In pratica, il dirigente, presidente uscente di Ubs Investment Banking, ha perso il lavoro prima ancora di cominciare.

Santander, prima banca europea per capitalizzazione, si è ricreduta nei confronti di Orcel per i costi, ritenuti eccessivi, che l’istituto avrebbe dovuto sborsare per prelevarlo da Ubs. L’istituto iberico, infatti, avrebbe dovuto riconoscere a Orcel bonus per circa 50 milioni di euro, cifra già prevista dagli accordi con Ubs per i prossimi sette anni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Orcel, il futuro di Unicredit mira alle fusioni

Le consultazioni di Orcel: in Unicredit è caccia al n.2

Unicredit, i primi barlumi dell’era Orcel

NEWSLETTER
Iscriviti
X