Santander si ricrede su Orcel: costa troppo

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri 16 Gennaio 2019 | 12:07
Il cda di Santander rinuncia al banchiere italiano, che era stato annunciato a settembre come nuovo ceo

Il consiglio d’amministrazione di Santander ha bocciato la nomina dell’italiano Andrea Orcel a nuovo amministratore delegato. Una decisione a sorpresa, dal momento che la scelta di Orcel come nuovo timoniere era stata annunciata dallo stesso istituto spagnolo a settembre. In pratica, il dirigente, presidente uscente di Ubs Investment Banking, ha perso il lavoro prima ancora di cominciare.

Santander, prima banca europea per capitalizzazione, si è ricreduta nei confronti di Orcel per i costi, ritenuti eccessivi, che l’istituto avrebbe dovuto sborsare per prelevarlo da Ubs. L’istituto iberico, infatti, avrebbe dovuto riconoscere a Orcel bonus per circa 50 milioni di euro, cifra già prevista dagli accordi con Ubs per i prossimi sette anni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Unicredit, i primi barlumi dell’era Orcel

UniCredit-Mps, l’apertura di Padoan: “Ipotesi sarà valutata”. E Rocca Salimbeni vola in Borsa

Unicredit, ecco chi è Andrea Orcel, scelto per la successione a Mustier

NEWSLETTER
Iscriviti
X