Aste italiane: Manzoni e Fontana davanti a tutti

A
A
A
Private di Private22 gennaio 2019 | 07:44

Il 2018 è stato un anno all’insegna della sostanziale stabilità per le aste italiane. Secondo le rilevazioni di Arteconomy 24, il fatturato è passato da 264 milioni di euro del 2017 a quota 256 milioni, mentre sono cresciute le procedure di notifica e gli acquisti coattivi da parte dello Stato.

Il top lot 2018 è stato battuto da Christie’s e ha riguardato “Achrome” di Piero Manzoni, passato di mano per 2,9 milioni di euro. A seguire da Sotheby’s il “Concetto spaziale” di Lucio Fontana battuto per 2,4 milioni di euro. Chiude il podio Finarte con la “Fiat 8v”, valorizzata 2,15 milioni.

Dal report emergono anche altri due aspetti: la diffusione crescente delle garanzie, che non sono più appannaggio delle sole major, e la rapida crescita del canale online, per quanto in termini assoluti rimanga una nicchia di mercato.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Hedge fund, il mese peggiore degli ultimi sette anni

I segnali di ripresa visti nei mesi scorsi non hanno trovato conferma a ottobre, che anzi passa alla ...

Crediti deteriorati, adesso arriva il difficile

“Il mercato degli Npl è cresciuto molto rapidamente. Oggi la grande sfida è gestire gli asse ...

Mirabaud, target raggiunto sul private equity

Obiettivo raggiunto. Mirabaud Asset Management, società del gruppo in­dipendente Mirabaud, fondato ...