Finanziaria Familiare diventa IBL Family

A
A
A
Avatar di Redazione7 marzo 2019 | 11:31

IBL Banca ha recentemente perfezionato l’operazione che la porta a detenere il 70% di Finanziaria Familiare S.p.A che cambia denominazione sociale in IBL Family S.p.A ed entra a far parte del gruppo bancario italiano IBL Banca, leader di mercato nei finanziamenti con cessione del quinto e con una storia ed un’esperienza di oltre novanta anni nel settore.

IBL Family S.p.A sintetizza nel nome la mission strategica di essere al fianco delle famiglie. La Società potrà ora contare sulla cultura aziendale e sul supporto sinergico del gruppo bancario IBL Banca.

In parallelo, Tecnocasa Holding S.p.A mantiene una partecipazione significativa del 30% in IBL Family S.p.A., che, con un nuovo nome, continuerà ad essere attiva, con ancora maggior forza, nel settore del credito alle famiglie e in particolare nel comparto della cessione del quinto dello stipendio e della pensione.

L’assemblea degli azionisti di IBL Family ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione: Vito Di Battista e Oscar Cosentini assumono, rispettivamente, la carica di Presidente e di Amministratore Delegato; Sandro StrazzaRoberto Maresta e Simone Cavuoto sono nominati Consiglieri.

Il Collegio Sindacale di IBL Family risulta composto da Francesco Lenoci (Presidente), Paolo Agnesi (Sindaco effettivo) e Andrea Bitti (Sindaco effettivo).

“Nasce la nuova IBL Family, si tratta di un risultato importante che si inserisce nel piano di ulteriore rafforzamento di IBL Banca nel mercato della cessione del quinto dove puntiamo ad arrivare nel breve periodo ad una quota di mercato del 18-20%. Consideriamo un valore la partnership con il Gruppo Tecnocasa che detiene il 30% di IBL Family e con cui condividiamo visione strategica e obiettivi della società”, ha spiegato Mario Giordano, Amministratore delegato di IBL Banca.

“Per il Gruppo Tecnocasa è un importante traguardo e allo stesso tempo un nuovo inizio. Questo accordo rappresenta un’alleanza di valore ed è sinonimo di una vision aziendale aperta e in sintonia con la realtà di IBL Banca. L’ottica è quella della reciprocità di vantaggi, per la continuità e lo sviluppo di entrambi i Gruppi. Stima e fiducia sono alla base di questa partnership che sono certo durerà nel tempo. Sono fiero di poter garantire a IBL Banca la nostra forza commerciale e la nostra professionalità a supporto della produzione”, ha commentato Oreste Pasquali, Fondatore e Presidente del Gruppo Tecnocasa.

Gli aspetti legali dell’operazione sono stati seguiti per IBL Banca dall’Avv. Stefania Santi, Responsabile Ufficio Legale M&A del gruppo bancario e dallo studio legale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners con i partner Alessandro Giuliani e Francesco Selogna, coadiuvati dall’associate Alberto Elmi. L’Avv Roberto Maresta ha assistito Tecnocasa Holding.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Carige, resa dei conti a settembre

Banche, lo spauracchio dei tagli al personale

Banche, 11 proposte per cambiarle

Credem, utile sugli scudi e le polizze spingono

Mediolanum, dopo l’estate in arrivo novità sulla protezione dei clienti

IWBank PI, utile e raccolta da capogiro

Saxo bank e B.Generali, matrimonio d’eccellenze

Allianz Bank FA, l’evoluzione passa dalle unit linked

Banca Sistema, la forza dell’utile

Addio a Mario Incrocci, nome storico delle reti

B.Generali batte il consensus e regala masse record

Fineco, la rete si rinnova con giovani e bancari

Consulente indagato, sequestrati 4 milioni a IWBank

Tagli Unicredit, Salvini dice la sua

B.Generali-Nextam Partners, affare fatto

Bce: tassi fermi ma serve sostegno

Deutsche Bank, la ristrutturazione pesa sui conti

Banca Generali, uno sponsor a 5 stelle

Diamanti in banca, ecco il background giuridico

Fineco regina degli scambi

Bancari, il contratto deve affrontare i cambiamenti

Rendiconti Mifid 2: Banca Generali, il valore della sintesi

Widiba, la cultura finanziaria va al mare

Ubi Banca, sprint nei pagamenti

Assopopolari, nel segno della cooperazione bancaria

Deutsche Bank, la borsa premia la cura-choc

Intesa, private banking sulle Dolomiti

Mediolanum, la raccolta trabocca di gestito

Banche, lo spread regala un miliardo

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Banche e reti, i consulenti hanno una marcia in più

Conti correnti: gli Italiani sono più parsimoniosi

Ubi Banca va di nuovo a canestro

Ti può anche interessare

Un ex Ubs per Mirabaud

Nuova nomina per la società ...

Eos Im fa poker in Italia con Neronobile

Conclusa con successo la quarta acquisizione di un’altra Pmi italiana da parte di EOS Investment M ...

Quel cantiere sempre aperto

di Claudio Morpurgo   Se il mondo della politica italiana ha una regola è quella che ogni Gove ...