Per le fiduciarie è l’ora del consolidamento

A
A
A
Private di Private14 marzo 2019 | 11:53

La tendenza è quella già evidente in altri settori dell’economia italiana, dove disporre di massa critica si rivela un valore aggiunto per generare economie di scala in grado di preservare i margini. Un articolo di MF segnala che anche tra le società fiduciarie è in arrivo il consolidamento, necessario anche alla luce del clima economico non particolarmente brillante l’Italia, che si confronta comunque con la conferma di un’elevata propensione al risparmio da parte delle famiglie. Patrimonio che è composto essenzialmente da beni immobili, attività finanziarie e beni da collezione.

Società fiduciarie, i perché del consolidamento

La sua gestione e la sua amministrazione sono affidate a singoli risparmiatori, ma sempre più spesso sono affidate a terzi professionisti istituzionalizzati o meno e anche a società fiduciarie. Queste ultime sono elementi tipici del nostro Paese, nel quale hanno assunto con l’andare del tempo una dimensione di tutto rispetto.

Le circa 241 società fiduciarie operanti in Italia, sottolinea l’articolo, amministrano patrimoni per un valore totale di circa 120 miliardi di euro, svolgendo attività che esigono alta professionalità e adeguate strutture organizzative e amministrative, ormai in larghissima parte automatizzate e sottoposte a vincoli e a controlli molto puntuali e anche costosi che, in effetti, non tutte le fiduciarie sono oggi in grado di sostenere. Per questo si prospetta una concentrazione del settore, nel quale le società più piccole e deboli sono destinate a scomparire.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Cinque nuovi ingressi in Aipb

Il Private banking al fianco delle imprese

I portafogli dei ricchi scelgono le polizze

I paperoni scelgono la protezione

Invertire la piramide

Cresce la raccolta del private banking italiano

Torna il Forum del Private Banking

Mifid 2, serve sempre più ricerca

Aipb, salgono a 119 i soci

Finanza e imprese, Aipb chiede interventi al governo

Polizze vita, AIPB: “Nessuna rivoluzione”

Dal tradizionalista al distaccato: che cliente private sei?

Innocenzi (Aipb): “Il private banking, un settore in crescita”

Il private banking punta sugli alternativi

Aipb, Maria Antonella Massari è il nuovo segretario generale

Forum Aipb: il ruolo dei consulenti per sostenere la ripresa

Innocenzi è il nuovo numero uno di Aipb

Aipb, le sfide future del private banking

Banca Generali, Mossa chiama Ragaini per creare una nuova divisione di wealth management

Aipb: cambiare in scia ai nuovi orientamenti sulla retribuzione

Mps, al via la rivoluzione del private

L’Album della Finanza 2014: Bruno Zanaboni

Il private banker: dal sondaggio al Forum annuale Aipb

Zanaboni (Aipb): Bisogna ascoltare il private banker, non solo il cliente

Private banking, anche i clienti “upper” riscoprono il gestito

Con Banca Cesare Ponti il private banking diventa totalmente 2.0

Aipb ci spiega il private insurance

Il private banking va oltre la crisi

Taddei sale sulla nave Ersel

Aipb – Ecco la mappa della ricchezza italiana

A prova di private banker

Scudo Fiscale – Aipb stima 50 miliardi

Rimpatrio effettivo

Ti può anche interessare

Con la luna nel quadrante

Sullo sfondo il nero più puro. E' il nuovo H. Moser & Cie Endeavour Perpetual Moon Concept ...

Le imprese familiari crescono oltreconfine

Le imprese familiari sono fortemente orientate alla crescita internazionale, ma in molti casi non pr ...

Business Angel, ci vuole più Europa

I numeri degli investimenti in startup da parte di business angel e venture capital in Italia sono a ...