Mediobanca punta sul wealth management

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio18 marzo 2019 | 08:01

Il wealth management è sempre più centrale nelle strategie di Mediobanca, come testimonia la semestrale chiusa al 31 dicembre scorso. I ricavi di questa divisione si sono assestati a 272,2 milioni (+7%) mentre il risultato operativo è aumentato del 9%. Anche se, ricorda un articolo de Il Sole 24 Ore, resta da capire quanto il trend sia sostenibile, considerata da una parte la frenata dei mercati finanziari nel corso del 2018 e dall’altra l’entrata in vigore della Mifid 2: due elementi che concorrono a ridurre – almeno in via potenziale – i margini dalla gestione dei risparmi.

Mediobanca, focus sul private banking

I rischi sembrano superati, almeno in questa prima fase, dato che la raccolta nel semestre è stata positiva per 3,4 miliardi di euro. Riguardo alla direttiva europea che introduce maggiore trasparenza a vantaggio dei piccoli investitori, Piazzetta Cuccia fa sapere che la sua struttura commissionale è già adeguata alla nuova normativa e che le sue commissioni di gestione hanno comunque valori contenuti. Quindi Mediobanca non vede particolari problemi sulla strada dello sviluppo del wealth management.

Piazzetta Cuccia punta sugli asset illiquidi

Nei giorni scorsi l’istituto di Piazzetta Cuccia ha concluso  con successo il collocamento (135 milioni di euro) di Mediobanca Private Markets Fund I, strumento riservato agli investitori privati e istituzionali. Si tratta di un’iniziativa destinata a fare scuola, considerato che in Italia è la prima volta che viene lanciato uno strumento di questo tipo anche per la clientela private.

Il fondo, sviluppato in partnership con l’asset manager statunitense Russell Investments e distribuito in esclusiva dalla divisione wm di Mediobanca, ha aperto le asset class tipiche della clientela istituzionale – come private equity, private debt, real assets e venture capital –  anche agli investitori privati.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mediobanca, Doris si schiera con Nagel

Mediobanca, Del Vecchio ne prende il 7%

Mediobanca ha Kairos nel mirino

CheBanca!, Cioè che reclutamento!

Mediobanca, tutto esaurito per il nuovo bond

Azimut, la domanda senza risposta

Fondi di investimento, nuovo fondo sul credito per Cairn e Mediobanca

CheBanca!, reclutamento senza sosta

Nove mesi in crescita per Mediobanca

Caccia grossa nel risparmio gestito

CheBanca!, la rete di consulenti cresce del 57%

Consulenti, occhio alla concorrenza di Poste Italiane

Mediobanca, colpaccio in Francia

Mediobanca, successo per il collocamento del primo fondo illiquido

CheBanca! CheReclutamenti!

Reti e consulenti, fee e servizi son tutti da rifare

CheBanca!, semestrale costellata da segni più

Mediobanca prepara il colpo nel wealth management

Reclutamento, botti di fine anno per CheBanca!

Mediobanca, tutto fatto per il nuovo patto

Mediobanca, debutta il nuovo patto “Light”

I big tech del mondo schivano 71 miliardi di tasse

Ennio Doris vede il patto “light” per Mediobanca

Vontobel: Mediobanca sovraperforma il comparto bancario da inizio anno

Mediobanca, Nagel attacca: “Il momento è molto triste”

Mediobanca: utile in calo, ma meglio delle stime

Mediobanca, il fondo si fa private

Doris studia un accordo per Mediobanca

Nasce il Liceo Parini Trust Onlus (con la collaborazione di Mediobanca)

Ferrari (Mediobanca): “Le reti e i gestori sono troppo cari”

Azimut, tre motivi per cui fa gola a Mediobanca

Mediobanca-Azimut, botta e risposta tra le righe

Acquisizioni, Mediobanca ha il colpo in canna

Ti può anche interessare

Giausa salta in Sella

Colpo da novanta per Sella, che prende Carlo Giausa (nella foto), a lungo in Finecobank, affidandogl ...

Il gigante del private equity punta sul mattone italiano

Se il mercato residenziale fatica a riprendere quota, penalizzato dall’enorme stock di invendu ...

Fineco, top entry in riva al lago

A Como arriva un nuovo professionista con oltre 20 anni di esperienza ...