Fineco può crescere ancora

A
A
A
Avatar di Redazione18 marzo 2019 | 11:49

Il mondo della consulenza ha ancora tanto spazio per crescere. E’ questa la sintesi del pensiero di Mauro Albanese, direttore commerciale Pfa & Private Banking di FinecoBank, espresso all’interno di un’intervista apparsa su Affari & Finanza a margine della convention fiorentina con i 400 private banker.

E’ vero la pressione sui margini è un problema reale, ma la soluzione è a portata di mano “Riteniamo che il vero antidoto sia l’orientamento alla crescita, che parte da un dato fondamentale: in Italia ci sono 4.400 miliardi di euro di ricchezza finanziaria, anche non considerando le partecipazioni e il Tfr, restano comunque oltre 3.000 miliardi di asset, di cui quasi la metà è detenuta sotto forma di liquidità. Oggi il cliente è disorientato dal contesto, ma dobbiamo essere in grado di fargli comprendere che lasciare i soldi sul conto corrente non è il modo migliore per preservare il proprio patrimonio nel medio lungo termine” afferma Albanese.

Se la chiave è nella crescita, la stessa deve necessariamente declinarsi anche in ottica professionale: “E’ evidente ormai che il consulente moderno non può orientare il cliente solo sui temi finanziari in senso stretto, ma deve essere in grado di lavorare sulla protezione del patrimonio, sulla sua trasmissione, di accompagnare i cosiddetti liquidity event come le cessioni aziendali o immobiliari. Bisogna avere la capacità di interfacciarsi con altri specialisti, sia all’interno della banca che all’esterno. Noi abbiamo sviluppato un servizio interno, il Private Banking Advisory, che affianca i nostri private banker sulle tematiche di asset protection e di consulenza aziendale, ma abbiamo anche una serie di partenership con studi legali, commercialisti e con realtà che si occupano di corporate advisory. Il consulente finanziario ha la possibilità di assumere una funzione di pivot nel rispondere a tutto tondo alle esigenze del cliente di fascia alta, interfacciandosi con le diverse professionalità. Io vedo tutte le figure che gravitano intorno al cliente come alleati e non come concorrenti” conclude Albanese.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche e reti, i consulenti hanno una marcia in più

Conti correnti: gli Italiani sono più parsimoniosi

Ubi Banca va di nuovo a canestro

Reti, Banca Consulia tratta con Unica Sim

Banca Generali e la festa dei bambini a Citylife

CheBanca!, reclutamento senza sosta

Reti, ora la fee è (quasi) una certezza

Banche, l’Italia è un modello virtuoso

BlackRock-Carige, niente nuovi esuberi

Fineco si gode private banking e indipendenza

Banche, la politica ammazza l’utile

Dossier reclutamento – Widiba

Dossier reclutamento – IWBank PI

Quando la consulenza è una questione morale

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Mediolanum, consulenza caput mundi

Un tesoro chiamato IWBank

Oggi su BLUERATING NEWS: colpaccio Mediobanca, Fineco ottimista

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Banche Ue, le nuove norme affossano le pmi

Truffa diamanti, arriva il presidio davanti a Banco Bpm

Widiba, cresce la presenza nel Sud Italia

Widiba: la nuova ricetta della consulenza

Oggi su BLUERATING NEWS: rivoluzione BlackRock, allarmi incrociati

Scm Sim, la perdita triplica

Intesa Sanpaolo, le fondazioni calano gli assi

Consulenza, due contratti che sono due incubi

BlackRock-Varde, braccio di ferro per Carige

Unicredit, Allianz bussa alla porta

Intesa, pronta la lista per il cda

Sentenza Tercas-Popolare Bari: ora un cambio di rotta

Banche in crisi, UE con le spalle al muro

Credem al lavoro per l’innovazione aziendale

Ti può anche interessare

Il gruppo Argos lancia la sezione di Art advisory

Con il team di Art Advisory, il gruppo ha arricchito una piattaforma già integrata ed efficiente: ...

Un cliente su tre è pronto a cambiare consulente

Una ricerca di EY rivela il calo di "fedeltà" alle private bank da parte dei detentori di grandi pa ...

La successione aziendale salta una generazione

La tendenza dei capi azienda a restare in sella fino a tarda età fa sì che sempre più spesso il p ...