Banchieri del Re Sole

A
A
A

La storia di Lombard Odier, , la più antica banca di Ginevra, con due secoli di vita, che rilancia puntando all’espansione negli Emirati Arabi, investendo in tecnologia e puntando sugli investimenti responsabili.

Francesca Vercesi di Francesca Vercesi3 maggio 2019 | 11:18

Oltre due secoli di storia le hanno garantito una corazza in grado di superare tutte le fasi negative di mercato. E oggi Lombard Odier, la più antica banca di Ginevra, rilancia puntando all’espansione negli Emirati Arabi, investendo in tecnologia e puntando sugli investimenti responsabili. Con gli eredi dei fondatori ancora saldamente nel board.

 

Visione di lungo periodo

Fondata a Ginevra nel 1796, offre servizi che spaziano dalla pianificazione successoria alla gestione discrezionale e dalla consulenza alla custodia dei portafogli. I servizi di gestione degli attivi sono curati da Lombard Odier Investment Managers il cui ceo è Hubert Keller. Il gruppo è presente in Italia dal 2011 con le gestioni e i fondi di Lombard Odier Asset Management, la società di gestione del gruppo guidata dal country manager Andrea Argenti, che ha aperto i propri uffici a Milano. Il capitale di Lombard Odier è interamente detenuto dai partner e tra i managing partner ci sono ancora parenti dei fondatori, ovvero Patrick Odier e Christophe Hentsch. Il gruppo ha da poco ottenuto la certificazione B Corp da B Lab per le sue pratiche di sostenibilità aziendale.

 

Intrecci con la storia

Siamo a fine ‘700 e Luigi XIV, per finanziare le guerre e le sue spese stravaganti (Versailles), ha bisogno di finanziamenti. Si rivolge così agli Ugonotti che, all’epoca, erano i principali banchieri di Ginevra. Ecco che, nel 1796, Henri Hentsch e Jean Gédéon Lombard fondano la banca Hentsch & Cie che diventa due anni dopo Henri Hentsch & Lombard.

Con il tempo vi è una biforcazione tra gli antichi rami imprenditoriali. Mentre la parte francese delle famiglie Odier e Hentsch prospera a Parigi, l’unione tra Jean Eloi Lombard e Charles Odier nel 1830 trasforma anche il tradizionale modello di business della banca a Ginevra. In pochi anni Lombard Odier si afferma come una banca d’affari molto intraprendente con una reputazione che va ben oltre la Svizzera. Negli anni 1850-60, la banca contribuisce a creare la borsa di Ginevra, la compagnia di assicurazioni La Genevoise e altre istituzioni finanziarie. Diventa membro di spicco di una realtà finanziaria che distribuisce azioni e obbligazioni estere.

Il ventesimo secolo porta con sé due guerre mondiali e la Grande Depressione. Così il business viene ripensato e debutta l’attività di private banking. Nel 1950 Lombard Odier apre un ufficio a Montreal. Poi crea Trans-Atlantic Securities, apre un ufficio a Londra nel 1973 ed è la prima banca straniera ad acquisire un posto nel New York Stock Exchange nel 1979.

 

Propensione all’innovazione

La banca è anche innovatrice in campo tecnologico. Il primo mainframe di Ibm viene installato nel 1957 per elaborare i conti della banca; meno di 12 anni dopo, è sostituito dal nuovo Ibm 360/30 che rileva l’elaborazione delle transazioni in titoli e l’analisi dei portafogli. Quando Valiant, una banca privata di Berna, nel 2001 chiede di poter utilizzare l’infrastruttura tecnologica di Lombard Odier invece di svilupparne una propria, comincia un nuovo modello di business per la banca ginevrina che oggi fornisce tecnologia bancaria a 12 banche esterne.

 

Espansione internazionale

È la prima banca privata svizzera ad aprire in Abu Dhabi. Gli Uae sono una delle regioni a più rapida crescita per il gruppo e rappresentano un ponte tra le operazioni europee e asiatiche. La domanda da parte dei clienti degli Emirati è forte, compresa la crescente domanda di servizi di ricchezza onshore e la nuova filiale integra l’ufficio di rappresentanza di Lombard Odier a Dubai. “La decisione di ampliare le nostre operazioni negli Emirati Arabi Uniti è la prova di quanto crediamo nella crescita e nella stabilità economica della regione e la prova della nostra fiducia nel futuro degli Emirati come mercato internazionale chiave”, ha detto Arnaud Leclercq, capital partner e head of new markets di Lombard Odier.

 

I numeri

“La volatilità del mercato è aumentata nel 2018, ma l’impatto positivo dei flussi netti di denaro da parte di nuovi clienti ha in parte neutralizzato l’impatto”, ha commentato Patrick Odier, senior managing partner del gruppo. Così, a chiusura dell’ultimo esercizio, l’utile operativo è stato di 1,2 miliardi di franchi, in aumento del 6% rispetto all’anno precedente. L’utile netto consolidato ha raggiunto i 165 milioni di franchi, in aumento del 13% rispetto ai 146 milioni del 2017. Oltre alla sede principale di Ginevra, il gruppo ha 27 uffici in 23 giurisdizioni e conta 2.450 dipendenti.

 

 


1 commento

  • Avatar Alessandro Stokelj Baldassarre says:

    Bizzarro…a fine ‘700 la monarchia francese è già stata detronizzata dalla Rivoluzione…

ARTICOLI CORRELATI

Lombard Odier IM, Redaelli nuovo senior sales distribution per l’Italia

Un anno in crescita per Lombard Odier

Lombard Odier apre la piattaforma PrivilEdge agli investimenti alternativi

La crisi turca vista dal gestore

Lombard Odier, una nomina per la svolta digitale

Payden & Rygel, accordo con Lombard Odier

Private, Credit Suisse perde Riccucci

Lombard Odier al fianco della Croce Rossa

Lombard Odier, attivi e utili in crescita nel primo semestre

Lombard Odier prende Clenshaw da Deutsche Bank Am

2016 in crescita per Lombard Odier

Nuovi investimenti – Lombard Odier e Aim insieme per una strategia sui climate bond

Lombard Odier lancia la partnership con Affirmative Investment Management

Doppia nomina in Lombard Odier

Lombard Odier: ecco le tre sfide per il mercato obbligazionario

Lombard Odier, arriva dalla moda la responsabile marketing

Lombard Odier, i rischi di una discordanza di liquidità

Lombard Odier: tre verità per gli investitori obbligazionari

Lombard Odier, utile in calo nel primo semestre

Lombard Odier: Bce intende rendere costoso detenere liquidità

ETF Securities e Lombard Odier Investment Managers creano assieme 4 etf

Lombard Odier: la Bce prepara un nuovo taglio dei tassi

Per Lombard Odier Investment Managers Draghi non deluderà le attese

Il Funds World Gold Expert interrompe il calo

Dopo Pictet arriva la prima volta anche per Lombard Odier

Lombard Odier, Fitch assegna il rating “strong” al fondo All Roads

Fondi, Lombard Odier unisce i team dedicati al fixed income

Fondi, dal primo gennaio Pictet e Lombard Odier non saranno più banche private

Risparmio gestito, Lombard Odier si affida ai fondamentali

Lombard Odier si affida a Cariparma e Carige

Risparmio gestito – Lombard Odier, nuovi accordi di distribuzione

Ti può anche interessare

Deutsche Bank Wealth Management va di corsa

Deutsche Bank Wealth Management – la struttura di Deutsche Bank che offre soluzioni finanziarie su ...

Chi si informa, sceglie

Simona Maggi   In Italia assicurarsi non va di moda, eppure significa proteggersi da preoccupaz ...

In arrivo incentivi per gli Eltif

Mentre la raccolta dei Pir arranca, frenata dalle modifiche introdotte dalla Manovra di Bilancio e a ...