Bim, la presidenza a Clara

A
A
A

Il cda nomina l’attuale vicepresidente dopo le dimissioni di Dennert, in attesa di individuare il nuovo numero 1.

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino12 giugno 2019 | 08:29

Il consiglio d’amministrazione della quota Bim (Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni), a seguito delle improvvise dimissioni di Jurgen Dennert (vedi notizia), ha nominato il vicepresidente Maria Paola Clara in qualità di presidente. Il board ha assegnato a Clara le stesse attribuzioni e responsabilità precedentemente di competenza di Dennert; ciò fino alla cooptazione di un nuovo consigliere destinato ad assumere la carica di presidente, cooptazione che il consiglio ha rinviato a una prossima riunione all’esito del processo di individuazione di un potenziale candidato. Il consiglio ha deciso anche di soprassedere alla nomina di un nuovo vicepresidente, fino alla cooptazione.

Clara, laureata in fisica a Torino e con un dottorato di ricerca al prestigioso Cern di Ginevra, è stata fino ad un anno fa nel board di Deutsche Bank spa e prima era head of lifelong learning center support & monitoring in Unicredit, coordinando uno staff di 20 persone dopo precedenti esperienze lavorative in Pioneer Global Asset Management, Banca Aletti, Ras Asset Management sgr eBanca Commerciale Italiana.

Inoltre a seguito della comunicazione di avvio del relativo procedimento, Banca d’Italia ha indicato che Bim sarà tenuta a rispettare nel continuo i seguenti requisiti di capitale a livello consolidato: coefficiente di capitale primario di classe 1 (CET 1 ratio) pari al 10,37%; coefficiente di capitale di classe 1 (Tier 1 ratio) pari all’11,87%; coefficiente di capitale totale (Total Capital ratio) pari al 13,87%.

Nel primo trimestre 2019 la perdita consolidata del Gruppo Bim è stata di 8,3 milioni di euro rispetto a quella di 6,4 milioni dello stesso periodo dell’anno prima. Le commissioni nette del periodo ammontano a 7,1 milioni in calo del 29% sui 10 milioni del primo trimestre 2018 stante la contrazione delle masse in gestione dai 6,33 miliardi di fine dello scorso anno a 5,55 miliardi.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bim cerca il grande rilancio

Nuovo terremoto in Bim

Bim, M&A alla finestra

Ti può anche interessare

Allarme rosso per il big degli hedge Woodford

La selezione nel mercato degli hedge fund prosegue impietosa. Dopo un 2018 passato alla storia come ...

Mediolanum, cosa significa essere Private Banker

Cristiano Mariani, Private Banker di Banca Mediolanum, tra i protagonisti dell'ultimo spot della soc ...

Crédit Agricole Italia, private banking certificato

A seguito dell’entrata in vigore del nuovo Regolamento Intermediari, che ha concluso la fase di re ...