Credem, private banking alle grandi manovre

A
A
A
Avatar di Redazione11 luglio 2019 | 09:54

Acquisire 1.800 nuovi clienti, reclutare almeno 15 nuovi private banker per raggiungere 293 professionisti complessivi e aumetare gli asset under management di 900 milioni di euro di nuova ricchezza per superare i 20 miliardi di euro di masse totali. Come da comunicato, sono questi gli obiettivi da raggiungere nel 2019 della divisione private banking Credem, specializzata nella gestione dei clienti con un patrimonio superiore ai 500 mila euro e guidata dal Responsabile Gianluca Rondini.

https://vimeo.com/347516784

Nei primi quattro mesi dell’anno il private banking Credem ha già registrato una crescita degli asset under management di 200 milioni di euro, ha raggiunto 495 nuovi clienti e reclutato tre nuovi private banker.

La divisione ha un modello di servizio che si caratterizza per l’elevato livello di consulenza in ambito finanziario e su temi di protezione e pianificazione familiare in forte sinergia con i prodotti ed i servizi bancari tradizionali offerti dalla rete territoriale e dalle società del gruppo. I 38 centri private presenti sul territorio nazionale nelle principali filiali Credem rappresentano centri di eccellenza, che esprimono elevati livelli in termini di competenze ed ampiezza del servizio offerto, grazie alle sinergie generate con le altri reti commerciali della banca (corporate e small business in particolare) ed al supporto di Euromobiliare Advisory Sim, centro di competenze del Gruppo Credem in materia di consulenza e punto di riferimento in tale ambito per tutte le reti.

“Nel nostro modello di servizio è previsto che i private banker gestiscano l’intero nucleo familiare, con particolare attenzione alle nuove generazioni, che rappresentano la continuità patrimoniale e relazionale della nostra clientela”, ha dichiarato Gianluca RondiniResponsabile private banking Credem (foto a destra). “Abbiamo ideato una serie di strumenti e servizi dedicati”, ha proseguito Rondini, “studiati sulle loro esigenze specifiche. Abbiamo anche lavorato molto sulla personalizzazione delle soluzioni  di contatto con la banca attraverso web collaboration, app dedicate e servizi on line pensati per soddisfare le diverse esigenze di contatto che i nostri clienti più giovani possono manifestare, anche in tema di autonomia operativa” ha concluso Rondini.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Reti Champions League: giornata da incorniciare per Pietrafresa e Giuliani

Credem, prosegue la crescita della banca assicurazione

BLUERATING in edicola: Crescere con passione

Credem, è tempo di fusioni interne

Credem, le persone prima di tutto

Credem, utile sugli scudi e le polizze spingono

Credem, oltre 1.000 nuovi clienti

Rendiconti Mifid 2: Credem dà valore all’advisory

Credem, tanta benzina per le Pmi

Credem: Euromobiliare Advisory Sim rinnova gli investimenti

Credem sempre pronta al bagher

Credem, ora ti aiuta Emily

Credem, la gamma esg è sempre più ricca

Reti, quando il private equity diventa retail

Equita-Euromobiliare AM rafforzano la collaborazione con un fondo

Credem e Banca del Piemonte, wealth management a braccetto

Reti Champions League: Molesini, giornata da bomber

Credem, raffica di assunzioni (anche tra i consulenti)

Credem ingaggia in Campania un big dell’Anasf

Reti Champions Leaugue: Foti-Rebecchi, duello per la vetta

Credem, il futuro sono i prestiti personali

Credem: banca e rete, sinergie vincenti

Credem, l’onda lunga delle polizze

Credem disegna il private banking del futuro

Credem, il nuovo volto della formazione

Credem, trimestre in crescita e accelerata nel wealth management

Credem, i compensi e gli incentivi ai consulenti

Credem ha il cuore verde

Credem, Simone Taddei nuovo volto della gestione del personale

Credem, in arrivo 80 nuovi consulenti

Credem, virata direzione polizze

Banca Euromobiliare e la metafora spaziale

Credem, Farnè per la sinergia tra le reti

Ti può anche interessare

Fineco, un veterano per il private

Nuovo ingresso a Milano nella rete guidata dall’area manager della Lombardia, Filippo Viganò ...

Private banker: le skill che fanno la differenza

I relationship managers sono da sempre il simbolo dell’industria del private banking, in quanto ge ...

Widiba, una rete per consulenti tosti

L'intervista a Nicola Viscanti, capo dei consulenti finanziari di Widiba che tratteggia l'identikit ...