Cresce l’impegno delle fondazioni bancarie per l’arte

A
A
A
Private di Private26 agosto 2019 | 07:21

Poco meno di 266 milioni di euro, l’8% in più rispetto al 2017. Ammontano a tanto le erogazioni delle Fondazioni ex-bancarie a sostegno dell’arte e della cultura secondo quanto emerge dal report appena pubblicato dall’Acri (l’associazione di settore). Si tratta della prima destinazione tra le erogazioni, con il 25% del totale, a dimostrazione di quanto il settore riceva attenzione dagli enti di origine creditizia.

Guardando lo spaccato delle voci, in testa alle erogazioni vi è la voce “Creazioni e interpretazioni artistiche e letterarie” con 81,5 milioni di euro ricevuti lo scorso anno. Seguono “Conservazione e valorizzazione dei beni architettonici e archeologici” con 73,1 milioni e “Attività nei musei” con 43,8 milioni.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Banca Finnat, nei conti 2018 sorride la raccolta

Il cda ha approvato i conti consolidati per il 2018 ...

Il private equity italiano torna ai livelli pre-crisi

Il private equity italiano torna ai livelli pre-crisi. Secondo l’ultimo Private Equity Monitor, cu ...

Ciaccio entra in Finnat

Banca Finnat si rafforza con l’ingresso di Katia Ciaccio, 33 anni,  nel team milanese di pri ...