Cresce l’impegno delle fondazioni bancarie per l’arte

A
A
A
Private di Private26 agosto 2019 | 07:21

Poco meno di 266 milioni di euro, l’8% in più rispetto al 2017. Ammontano a tanto le erogazioni delle Fondazioni ex-bancarie a sostegno dell’arte e della cultura secondo quanto emerge dal report appena pubblicato dall’Acri (l’associazione di settore). Si tratta della prima destinazione tra le erogazioni, con il 25% del totale, a dimostrazione di quanto il settore riceva attenzione dagli enti di origine creditizia.

Guardando lo spaccato delle voci, in testa alle erogazioni vi è la voce “Creazioni e interpretazioni artistiche e letterarie” con 81,5 milioni di euro ricevuti lo scorso anno. Seguono “Conservazione e valorizzazione dei beni architettonici e archeologici” con 73,1 milioni e “Attività nei musei” con 43,8 milioni.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Wealth Management, Arca Fondi campione del digitale

Arca Fondi SGR si è aggiudicata il premio come Asset Manager Digitale dell’anno, in occasione del ...

Credem, private banking alle grandi manovre

Acquisire 1.800 nuovi clienti, reclutare almeno 15 nuovi private banker per raggiungere 293 profe ...

Efg: crescono le masse, ma cala l’utile

Dalla semestrale di Efg emergono dati contrastanti. A fine giugno le attività gestite risultavano ...