Italia, paperoni sempre più ricchi

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri5 settembre 2019 | 10:09

Anche in Italia la ricchezza si concentra sempre di più in poche mani. Questo è il quadro dipinto da una ricerca condotta da Eurostat, che ha sottolineato come la crisi negli ultimi dieci anni abbia contribuito ad aggravare la situazione e, ora, il 10% più ricco della popolazione italiana ha un quarto dei redditi (per la precisione, il 25,1%). Mentre nel 2008, l’anno in cui è esplosa la grande crisi, al 10 per cento più ricco corrispondevano il 23,8 per cento dei redditi. Oggi la parte più povera della popolazione percepisce solo il 2% dei redditi (dal 2,6% pre crisi).

Sono soprattutto i giovani che, quando lavorano, guadagnano troppo poco e sempre di meno. Basti pensare che è a rischio povertà il 13 per cento dei lavoratori tra i 20 e i 29 anni, mentre nel 2017 la percentuale era del 12,4%. L’unico segnale in parziale controtendenza è la diminuzione delle persone a rischio povertà ed esclusione sociale, ma la cifra è comunque enorme e si attesta a 16,4 milioni di persone. Il nascente governo giallorosso, quindi, ha già molto lavoro da fare.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, in Europa solo l’Italia ha outlook negativo

Italia graziata, lo spread ringrazia

Conti pubblici, continua il pressing Ue sull’Italia

Pagamenti, all’Italia piace ancora il contante

Commissione europea, due di picche all’Italia sul debito

Spread infuocato, Tria pompiere

Italia, lo spread torna sui massimi

Italia, meno prestiti alle imprese e bot più cari

Gli italiani si sentono più poveri

Ue, Italia ancora a rischio procedura

Italia, il settore produttivo storce il naso

Governo: una voragine da 8 miliardi

Italia, Fitch vede il Pil quasi a zero

Commissioni sulle performance, il fardello italiano

La Commissione Ue chiede la patrimoniale all’Italia

Private banking, prezzi troppo alti

Allianz Italia, i consulenti fanno la differenza

Ue e Fmi, attacco incrociato sull’Italia

Pil, le grandi banche sono pessimiste

Pil, l’Italia entra in recessione tecnica

Pienone per i Bot e tassi finiscono sottozero

Pil italiano, cala la spada dell’Ue

Manovra, stallo nella trattativa fra Italia e Ue

Manovra, trattativa tutta in salita per l’Italia

Governo dritto sparato verso la multa da 3 miliardi

Regling: l’Italia non è rischiosa

Btp Italia parte l’asta: cedola minima 1,45%

Manovra, l’Italia risponde alle critiche dell’Europa

Le ragioni del banker

Manovra, il vero spread Italia-Germania è a quota 400

L’Italia nel mirino della nuova Lega Anseatica

La nuova lettera UE alza l’allarme debito

C’è sempre una prima volta

Ti può anche interessare

Cordusio Sim sceglie Candriam, Legg Mason e Robeco

Da ottobre la società del gruppo UniCredit dedicata ai clienti wealth management in Italia distribu ...

Al via la fusione tra Arner e Gs Banque

Prosegue il consolidamento all’interno del mercato private europeo. L’istituto luganese ...

Fineco può crescere ancora

Il mondo della consulenza ha ancora tanto spazio per crescere. E’ questa la sintesi del pensie ...