Italia, paperoni sempre più ricchi

A
A
A
di Marcello Astorri 5 Settembre 2019 | 10:09

Anche in Italia la ricchezza si concentra sempre di più in poche mani. Questo è il quadro dipinto da una ricerca condotta da Eurostat, che ha sottolineato come la crisi negli ultimi dieci anni abbia contribuito ad aggravare la situazione e, ora, il 10% più ricco della popolazione italiana ha un quarto dei redditi (per la precisione, il 25,1%). Mentre nel 2008, l’anno in cui è esplosa la grande crisi, al 10 per cento più ricco corrispondevano il 23,8 per cento dei redditi. Oggi la parte più povera della popolazione percepisce solo il 2% dei redditi (dal 2,6% pre crisi).

Sono soprattutto i giovani che, quando lavorano, guadagnano troppo poco e sempre di meno. Basti pensare che è a rischio povertà il 13 per cento dei lavoratori tra i 20 e i 29 anni, mentre nel 2017 la percentuale era del 12,4%. L’unico segnale in parziale controtendenza è la diminuzione delle persone a rischio povertà ed esclusione sociale, ma la cifra è comunque enorme e si attesta a 16,4 milioni di persone. Il nascente governo giallorosso, quindi, ha già molto lavoro da fare.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Cfa Sentiment Index ancora territorio positivo ma in calo

Mercati: Standard Ethics lancia il Food&Beverage Sustainability Italian Benchmark

Investimenti, Italia: PIL al 6,1% e c’è ancora spazio per crescere

NEWSLETTER
Iscriviti
X