Braggiotti punta su startup e lusso

A
A
A
Private di Private9 settembre 2019 | 08:41

Startup tecnologiche cinesi e aziende del lusso. Sono i principali target sui quali investe la propria liquidità Gerardo Braggiotti (nella foto), secondo quanto ricostruito da Milano Finanza. Il banchiere di lungo corso, da inizio anno country manager di Goldman Sachs, attraverso la holding Gbh (3,8 milioni di utile lo scorso anno) ha diversificato gli investimenti puntando in particolare sul mondo dell’innnovazione tecnologica in Asia.

La Gbh vanta  immobilizzazioni per 127 milioni e un attivo totale di 167 milioni, con un patrimonio netto salito alla fine del 2018 a 94 milioni, a fronte di debiti bancari per 73,2 milioni. Tra le partecipazioni, può vantare il 22,47% del fondo private Alto Partners e l’1,62% di Silk Biomaterials, startup controllata da Principia sgr attiva nello sviluppo di tecnologie in seta per applicazioni di medicina rigenerativa.

Quanto al lusso, nel 2018 Gbh ha dato vita alla newco lussemburghese Igb Lux che a sua volta ha investito (42,5%) in Roos&Roos, maison di profumi d’alta gamma.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Il futuro dell’arte

di Alessia Zorloni La tecnologia sta sconvolgendo la maggior parte delle industrie e il settore arti ...

Venture capital: l’unione fa la forza

Un think thank con lo scopo di condividere idee di business e assumere  posizioni comuni sui temi p ...

Aipb forma i banker del futuro

di Simona Maggi Negli ultimi 10 anni l’Italia ha perso posizioni nella classifica europea della ri ...