Fideuram, il private si fa giovane

A
A
A
Avatar di Redazione21 ottobre 2019 | 13:06

Ha preso il via oggi, presso l’Hotel Palazzo Parigi di Milano, il progetto “Private Wealth Assistant”, una nuova iniziativa di formazione di Fideuram, destinata ai giovani consulenti finanziari, al quale partecipano i primi 30 selezionati private banker di Fideuram, alla presenza dell’Amministratore Delegato, Paolo Molesini e del Condirettore Generale, Fabio Cubelli.

La nuova iniziativa ha l’obiettivo di formare una generazione di giovani professionisti di talento, affiancandoli ad un gruppo di consulenti di prima fascia che li guideranno nel loro percorso di crescita all’interno della società.

I giovani consulenti – neolaureati, o con brevi esperienze lavorative – saranno abbinati a singoli consulenti senior che hanno aderito al progetto; potranno così incrementare le competenze necessarie per crescere nella professione e supporteranno i propri referenti nella gestione delle attività in Team, con un modello già presente da molti anni nel mondo anglosassone di consulenza finanziaria.

Per ulteriori candidati sono in corso le selezioni interne e, una volta individuati, anch’essi saranno avviati lungo il medesimo percorso di crescita, che prevede tre cicli di formazione, necessari per preparare gli esami di iscrizione all’albo professionale e IVASS (assistant, 12 mesi), per sviluppare le competenze tecniche, relazionali e specialistiche (specialist, 12 mesi) e per consolidare l’esperienza di formazione, fino a ricoprire il ruolo di partner (24 mesi).

“Fideuram considera una priorità il sostegno ai giovani professionisti – afferma Fabio Cubelli Condirettore Generale di Fideuram – e mette in campo notevoli risorse per favorire la crescita dei nuovi consulenti finanziari più capaci e desiderosi di migliorare. Da diversi anni puntiamo sulla selezione e sull’avvio alla professione di neolaureati attraverso iniziative organiche, che puntano a formare i consulenti di domani.. Promuovere un ricambio generazionale fra i consulenti finanziari – conclude Cubelli – è uno degli obiettivi più sfidanti che l’industria della consulenza ha di fronte e richiede una dedizione continua, utilizzando anche nuovi modelli, quali il Team per valorizzare lo sviluppo e la crescita di giovani talenti”


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Presidenziali Usa: Steyer cala l’asso

Circa 100 milioni di dollari a considerare il solo patrimonio privato. E’ la somma che si appr ...

La sfida degli analytics

Sebbene gli “advanced analytics” abbiano creato un enorme valore in molti settori negli ultimi a ...

Consulenza: le responsabilità legali degli intermediari finanziari

Benedetta Musco Carbonaro* * Socio dello studio legale Zitiello Associati.   A chi tocca dimost ...