Credit Suisse, l’utile raddoppia sulla scia del wealth management

A
A
A
di Redazione 30 Ottobre 2019 | 12:05

Terzo trimestre ricco per Credit Suisse, trainato dall’ottima performance del wealth management. L’utile netto dell’istituto elvetico, infatti, è cresciuto anno su anno del 108% a 881 milioni di franchi svizzeri. Oltre le attese degli analisti. Bene anche i ricavi, che salgono del 9% a 5,32 miliardi. La banca ha inoltre ottenuto flussi record per 72 miliardi nei primi nove mesi del 2019, compresa la raccolta di 12,8 miliardi registrata nel terzo trimestre. Mentre il Cet1 ratio, il coefficiente patrimoniale della banca, si attesta al 12,6%.

Il business del wealth management ha generato un aumento del 12% dei ricavi da commissioni variabili nel terzo trimestre. Anche i ricavi della divisione asset management sono cresciuti del 12% nello stesso periodo, giunti all’undicesimo trimestre consecutivo di aumento delle commissioni di gestione. Infine, cresce dell’8% anche il fatturato della divisione investment banking.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: la view di Credit Suisse

Banche, Credit Suisse nel mirino della procura finanziaria

Banche, Credit Suisse: gli azionisti non ci stanno

NEWSLETTER
Iscriviti
X