Banca Aletti punta a un +20% di private banker

A
A
A
Private di Private3 marzo 2020 | 11:46

Il nuovo piano industriale al 2023 appena approvato dal gruppo Banco-Bpm dedica un approfondimento particolare al contributo alla crescita atteso dal wealth management. “Le iniziative si focalizzano sulla specializzazione dei modelli di servizio e sulla piena valorizzazione di Banca Aletti come Private Bank e Investment Center di Gruppo, facendo leva sui servizi di consulenza e sul potenziamento tecnologico per migliorare la client experience e il livello di servizio offerto”, scrive l’istituto in una nota.

Tra gli obiettivi della banca c’è il rafforzamento della rete dei private banker (+20% delle unità) e dei gestori affluent (+10% delle unità) e la conversione di circa 9 miliardi di euro di raccolta diretta in gestita, “facilitata da un’offerta di prodotti più personalizzata”.

Il piano industriale di gruppo, denominato punta su quattro capisaldi:

Attrattiva remunerazione per l’azionista (oltre 800 milioni di dividendi nel periodo), assicurando solidità di capitale e ulteriore miglioramento della qualità dell’attivo;
Rilancio della produttività commerciale, dando seguito al trend avviato nel 2019 e beneficiando del riassetto e delle sinergie conseguite nel passato triennio;
Trasformazione del modello di business, con più di 600 milioni di investimenti in tecnologia e digitalizzazione nel periodo – per garantire sostenibilità e redditività nel futuro;

Valorizzazione del personale e impegno nel sociale.

 


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Pinault, un impero in passerella

Quando si pensa all’industria del lusso non si può fare a meno di parlare di Kering, conglomerato ...

Metrika lancia il suo primo fondo. Focus sulle aziende industriali

Resta vivo l’interesse degli investitori finanziari verso le imprese di qualità italiane. Me ...

Coronavirus: il re degli hedge fund gioca in difesa

“Puntare sulla diversificazione oggi è più necessario del solito”. In una fase caratte ...