Banca Aletti punta a un +20% di private banker

A
A
A
di Private 3 Marzo 2020 | 11:46

Il nuovo piano industriale al 2023 appena approvato dal gruppo Banco-Bpm dedica un approfondimento particolare al contributo alla crescita atteso dal wealth management. “Le iniziative si focalizzano sulla specializzazione dei modelli di servizio e sulla piena valorizzazione di Banca Aletti come Private Bank e Investment Center di Gruppo, facendo leva sui servizi di consulenza e sul potenziamento tecnologico per migliorare la client experience e il livello di servizio offerto”, scrive l’istituto in una nota.

Tra gli obiettivi della banca c’è il rafforzamento della rete dei private banker (+20% delle unità) e dei gestori affluent (+10% delle unità) e la conversione di circa 9 miliardi di euro di raccolta diretta in gestita, “facilitata da un’offerta di prodotti più personalizzata”.

Il piano industriale di gruppo, denominato punta su quattro capisaldi:

Attrattiva remunerazione per l’azionista (oltre 800 milioni di dividendi nel periodo), assicurando solidità di capitale e ulteriore miglioramento della qualità dell’attivo;
Rilancio della produttività commerciale, dando seguito al trend avviato nel 2019 e beneficiando del riassetto e delle sinergie conseguite nel passato triennio;
Trasformazione del modello di business, con più di 600 milioni di investimenti in tecnologia e digitalizzazione nel periodo – per garantire sostenibilità e redditività nel futuro;

Valorizzazione del personale e impegno nel sociale.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X