Alternativi: chi vince e chi perde con i mercati in tempesta

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio 8 Aprile 2020 | 10:17

Gli hedge fund Andurand Capital erano reduci da due anni di perdite, quando a febbraio il fondatore Pierre Andurand (nella foto) ha scommesso sul crollo dei prezzi petroliferi come conseguenza diretta della pandemia di coronarivus.  Da allora il suo fondo discrezionale Andurand Commodities è salito del 152,9% a marzo e del 122,2% come performance cumulata del primo trimestre. Andurand è stato fin qui tra i pochi vincitori, tra i gestori alternativi, che per la maggior parte hanno pagato scotto alla crisi che sta investendo i mercati finanziari, come dimostra del resto il calo del 20% registrato dall’indice S&P 500.

L’hedge fund Glenview Capital, ammiraglia del miliardario Larry Robbins, è sceso del –30,47% nei primi tre mesi del 2020.  Altri big del settore come Dan Loeb hanno fatto meglio dei mercati in generale, segnando comunque dei ribassi.

Resta da capire quanti di loro hanno avuto il coraggio e la sensibilità di cambiare rotta nei giorni scorsi cogliendo così il rimbalzo in corso da inizio aprile.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Il private equity italiano torna ai livelli pre-crisi

Il private equity italiano torna ai livelli pre-crisi. Secondo l’ultimo Private Equity Monitor, cu ...

Club deal sotto la lente

Investire in Startup: da fenomeno emozionale ad asset class strutturata. Si intitola così l’event ...

Il giallo del registro per i family officer

Il registro è stato istituito, ma l’iscrizione non è obbligatoria. Il Sole 24 Ore di oggi pa ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X