Allarme profitti per le private bank europee

A
A
A
Private di Private 17 Agosto 2020 | 13:13

Il Covid ha solo accelerato le tendenze di riduzione della profittabilità che da tempo caratterizzano le private bank. E’ quanto emerge dal nuovo report di McKinsey dal titolo “The future of private banking in Europe: Preparing for accelerated change”.

I risultati del 2019 hanno confermato un trend decennale di compressione dei margini di profitto e dei ricavi, aumento dei costi più rapido dei ricavi e aumento del rapporto costi/ricavi (C/I). Dunque, nonostante l’ulteriore crescita degli asset under management  provenienti dai mercati in ascesa, i profitti sono diminuiti per il secondo anno consecutivo.

I profitti  sono scesi dell’1,5% a 13,3 miliardi di euro per il 2019, rispetto ai 13,5 miliardi di euro dell’anno precedente. Allo stesso tempo, il margine di profitto aggregato è sceso al minimo storico in 12 anni, a 21 bps di aum dai 22 bps nel 2018 (era 35 bps nel 2007)

margini di ricavo hanno continuato la loro tendenza al ribasso, scivolando al minimo storico in 12 anni, a 73 bps di aum rispetto ai 75 bps del 2018 (e ben al di sotto dei 96 bps del 2007).

Nel primo trimestre del 2020, le private bank del Vecchio Continente hanno inizialmente tenuto, grazie a una attività di trading in aumento, mentre la crisi legata al Covid prendeva piede. Sebbene gli aum siano scesi del 10% e i margini si siano ridotti in conseguenza dell’impatto della crisi sui mercati, i profitti delle banche sono aumentati del 7%, raggiungendo i 14 miliardi di euro, pari ad un margine di 23 bps su base annua. I ricavi aggregati sono aumentati del 3% a 47 miliardi di euro, con un margine di 76 bps; mentre i costi sono aumentati del 2% a 33 miliardi dieEuro.

Tuttavia l’aumento delle attività di intermediazione legate al Covid-19 ha mascherato un trend sottostante di diminuzione dei ricavi. Infatti, i ricavi derivanti dall’intermediazione sono aumentati del 4% su base annualizzata dal 2019 e hanno ammortizzato una caduta del 2% nelle entrate derivanti dai mandati di investimento ricorrenti e dell’1% nell’attività bancaria.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X