I family office giocano in difesa

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio 24 Settembre 2020 | 08:35

Primo non prenderle. Sembra questa la convinzione diffusa tra i family office in una fase caratterizzata da tanti fattori di incertezza, tra l’aumento dei contagi di Coronavirus e l’incertezza dei mercati finanziari.

Secondo un sondaggio condotto da Citi Private Bank, il sentiment prevalente tra questa categoria di investitori è la cautela, con la priorità di conservare la liquidità. 

Quasi tre quarti di tutti gli intervistati ha descritto il proprio sentimento di investimento a 12 mesi come “cauto”. Non sorprende che in cima alla lista delle preoccupazioni ci sia il Covid-19, sia in termini di disponibilità di vaccini, sia in termini di risposta monetaria e fiscale da parte dei governi e delle banche centrali.

Entro il 2021, quasi la metà degli intervistati prevede scarsi rendimenti totali del portafoglio nei prossimi quattro trimestri dall’1% al 5%. Alla domanda su quali modifiche al portafoglio intendono apportare, il 56% ha riferito di aver effettuato “alcuni cambiamenti tattici”, mentre solo il 14% ha dichiarato di aver apportato “modifiche significative al portafoglio”.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X