Addio a Benjamin de Rothschild

A
A
A
Private di Private 18 Gennaio 2021 | 08:41

E’ scomparso improvvisamente, in seguito a un arresto cardiaco, Benjamin de Rothschild, a capo del gruppo finanziario franco-elvetico fondato dal padre Edmond nel 1953, che amministra un patrimonio intorno ai 160 miliardi di euro, ha sede a Ginevra, opera in 33 Paesi e può contare su circa 2.700 dipendenti sparsi per il mondo. Il banchiere 57enne si trovava a Pregny, in Svizzera, quando è stato colpito da un malore.

 Appassionato di finanza, vela, automobili e vino, era anche un filantropo, coinvolto nell’ospedale della Fondazione Adolphe de Rothschild, ha detto la società. Lascia la moglie, Ariane, e quattro figlie. Dopo l’avvio delle attività da parte del padre Edmond, i cui genitori erano fuggiti in Svizzera durante la Seconda guerra mondiale per sfuggire alla persecuzione degli ebrei, Benjaimin è stato il grande artefice dell’espansione internazionale del gruppo, ma conservando le piazze di riferimento in Parigi, Ginevra e Lussemburgo. Il risultato è stato una crescita costante, grazie a un approccio tradizionalmente prudente alle scelte d’investimento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi comuni: il caso Benjamin de Rothschild

NEWSLETTER
Iscriviti
X