Private banking in lutto, è morto Zanaboni

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio 1 Febbraio 2021 | 16:46

È venuto a mancare questa notte Bruno Zanaboni (nella foto), a lungo segretario generale dell’Aipb-Associazione italiana private banking. “Senza l’intuizione di Bruno della necessità di avere un’associazione che promuovesse la cultura del private banking in Italia non avremmo oggi un importante bagaglio di informazioni che ci hanno portato a riconoscere la centralità del nostro settore per la crescita del Paese”, ricorda l’attuale segretario generale Antonella Massari.

“Nel 2004, insieme al professor Claudio De Vecchi della Cattolica e a Giacomo Neri di PwC ha creato Aipb, quando anche il private banking era agli albori del suo sviluppo”, ricorda ancora. Gli anni successivi sono stati quelli del rapido sviluppo, con tanti gruppi della finanza che hanno puntato con decisione su strutture specializzate nella gestione dei grandi patrimoni, con una crescente personalizzazione dei servizi offerti.

Zanaboni, laureato in Economia, ha lavorato a lungo come dirigente di Deutsche Bank, prima di assumere la carica in Aipb, che ha mantenuto fino al 2017. Negli ultimi anni ha infine ricoperto la carica di presidente della branca Banca e Finanza di Confassociazioni.
Il segmento del pb e le redazioni di Bfc Media si stringono con affetto alla sua famiglia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Rimpatrio effettivo

Anche i super ricchi iniziano a cedere

NEWSLETTER
Iscriviti
X