Anche JPMorgan Chase punta sul Bitcoin

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 27 Aprile 2021 | 11:50

JPMorgan Chase sta lavorando al lancio di un fondo strutturato sul Bitcoin. 

Ieri il prezzo era sceso in serata fino a circa 47.000 dollari, per poi rimbalzare subito sui 48.500. Pochi minuti dopo la pubblicazione della notizia ha iniziato una veloce risalita fino a 52.000, seguita poi questa mattina al risveglio degli statunitensi con un’ulteriore salita oltre i 53.000.

Il fondo di JPMorgan sul Bitcoin, nel dettaglio, potrebbe essere lanciato nel corso dell’estate, con NYDIG come custode, già coinvolta anche con la richiesta di Morgan Stanley per un ETF sul Bitcoin.  Il fondo sarà gestito attivamente ed offerto a determinati clienti privati, a differenza di altri fondi simili, come quelli di Pantera Capital e Galaxy Digital, i cui fondi invece replicano passivamente il prezzo di bitcoin.

Una svolta epocale per JPMorgan

Si tratta di una svolta epocale per la banca, il cui CEO Jamie Dimon nel 2017 definì bitcoin senza mezzi termini una frode.  In realtà poi Dimon di fatto ritrattò queste dichiarazioni, ma l’offerta ai propri clienti privati di un fondo gestito per investire in Bitcoin rappresenta una vera e propria giravolta rispetto all’atteggiamento di quattro anni fa.  Da notare comunque che JP Morgan è già attiva da tempo nel settore blockchain, quindi la notizia della sua entrata diretta sul mercato di bitcoin non giunge in realtà completamente inaspettata.

Il 2021 si sta rivelando l’anno in cui, uno ad uno, i grossi player istituzionali del sistema finanziario globale stanno entrando sul mercato crypto, spesso con servizi offerti ai propri clienti per consentire loro di investire in questo mercato.

Ovvero questi player istituzionali non stanno investendo su bitcoin, ma su servizi basati su bitcoin. Tuttavia sono in molti a credere che, privatamente, gli stessi amministratori di questi colossi potrebbero aver investito in Bitcoin privatamente, e per ora non intendano farlo sapere.

Sebbene Jamie Dimon abbia più volte ribadito che bitcoin non faccia per lui, è difficile immaginare che stia e starà realmente fuori da questo mercato, soprattutto che ora la sua società sta per diventare uno degli operatori che offrono servizi di investimento crypto ai propri clienti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche Usa pronte a offrire la compravendita di Bitcoin

Le criptovalute vanno all’asta

Mercati, il Bitcoin accusa la concorrenza delle altre criptovalute

NEWSLETTER
Iscriviti
X