Banche, Credit Suisse: smart working istituzionalizzato. Solo in Svizzera per ora

A
A
A
di Redazione 5 Luglio 2021 | 12:21

Credit Suisse istituzionalizza lo smart working. Dopo aver sentito i collaboratori con un sondaggio, come riportato dal sito web della Rsi, la banca ha gettato le basi per forme di lavoro flessibili e agili. Per il momento il nuovo modello lavorativo verrà attuato solo in Svizzera.

Collaboratori maggiormente soddisfatti del proprio lavoro, produttività aumentata. Sono queste le ragioni principali che hanno convinto l banca ad attuare il nuovo modello lavorativo “The way we work“, il modo in cui lavoriamo; un modo che prevede una maggiore libertà per i collaboratori della banca di stabilire dove e quando svolgere le mansioni previste dal contratto di lavoro. Una flessibilità sul luogo di lavoro – la casa, l’ufficio – ma anche sull’orario, così da poter meglio conciliare i bisogni famigliari con quelli lavorativi.

Dal sondaggio che la banca ha condotto tra 3.800 collaboratori in Svizzera è emerso che il 63% dei partecipanti desiderava poter svolgere il proprio lavoro lontano dall’ufficio, un’affermazione fatta per così dire con “cognizione di causa”, visto che il sondaggio è stato condotto tra agosto e dicembre dell’anno scorso, quindi in seguito al primo lockdown, un periodo durante il quale fino al 90% dei collaboratori della banca era passato in modalità telelavoro.

Da notare che una settimana fa Ubs aveva fatto sapere che vuole dare la possibilità ai suoi dipendenti di lavorare, almeno parzialmente, da casa anche dopo la crisi del coronavirus. Secondo il Financial Times, la misura verrebbe concessa la massimo ai due terzi della forza lavoro della principale banca elvetica.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Esg e sostenibilità: arriva la salita

Deutsche Bank, una nuova banca per il private

Pressioni commerciali, quando le banche fanno spallucce

NEWSLETTER
Iscriviti
X