Consulenza, tra investment banking e wealth protection

A
A
A
di Private 13 Settembre 2021 | 06:43

Investment banking e wealth protection. Sono i due filoni di attività sui quali punta Scouting Tra Partners Group, holding nata dall’unione delle esperienze ventennali di Scouting e Tra Partners. La nuova realtà segue un centinaio di famiglie imprenditoriali facoltose e ha canalizzato investimenti privati per 100 milioni di euro nelle imprese ad alto potenziale. “Siamo nati unendo le esperienze e le competenze di due realtà già consolidate sul mercato”, racconta Rinaldo Sassi, fondatore e ceo della nuova realtà. “Grazie a questa unione possiamo offrire ai clienti una piattaforma esclusiva, non ancora presente nel nostro paese, che integra in modo permanente wealth management e corporate finance aggiungendo una forte visione internazionale che consente di mettere in contatto tra loro le più importanti famiglie imprenditoriali presenti in Europa, America e Asia. Essendo parte dello stesso gruppo, Tra Partners Scouting SIM, società dedicata al family office, può offrire ai propri clienti professionalità provenienti da diversi ambiti dell’investment banking (m&a, corporate finance, private equity e merchant banking). In parallelo, i clienti di Scouting Capital Advisors possono beneficiare delle esperienze pluriennali di wealth protection per i loro importanti patrimoni famigliari e/o aziendali”.

 

Family office al decollo

Quello dei family office è un mercato poco analizzato nel nostro Paese. Quali sono le sue caratteristiche? “I family office rappresentano il cuore del capitalismo familiare e sono in forte crescita sia in ambito nazionale che internazionale”, secondo Ilaria Mori, founding partner e chief business officer del nuovo gruppo. “Questa tendenza è dovuta innanzitutto al costante incremento di importanti patrimoni liquidi, anche derivanti da significativi passaggi generazionali, affiancata alle sfide della globalizzazione, oltre alla consapevolezza che le controparti bancarie non rappresentano più l’unica risposta per l’allocazione della ricchezza dei grandi e articolati patrimoni”. Tradizionalmente votati alla gestione e alla tutela del patrimonio familiare, le attività dei family office sono oggi in forte trasformazione, “anche se molti dei soggetti presenti sul mercato non hanno ancora le caratteristiche dimensionali, normative e di esperienza imprenditoriale indipendente necessarie per un’attività così delicata”, aggiunge Mori.

 

 

Le caratteristiche peculiari

Detto dello scenario, in cosa di distingue Tra Partners Scouting Sim dagli altri operatori? “La nostra filosofia è basata sul concetto di multi-family office declinato in modo trasversale e indipendente all’interno di ogni famiglia, seguita con personalizzazione e team dedicato parificabili a quelli di un single family office”, risponde Roberto Travella, founding partner e chief investment officer. “La protezione del patrimonio deve passare attraverso il monitoraggio rigoroso, con un controllo del rischio e un’architettura che renda fluido il passaggio tra le categorie di investimento liquide, affidandosi ai migliori gestori mondiali. Per quanto ci riguarda, il software è centrale nell’attività quotidiana, in cui la verifica e la rielaborazione dei dati diventano aspetto distintivo e imprescindibile”. Quindi aggiunge: “L’ingegneria informatica in continua evoluzione viene abbinata alla finanza, con il patrimonio dei clienti che risulta controllato, aggregato e analizzato in tutte le sue sfaccettature attraverso un software sofisticato, finalizzato a ottimizzare architettura patrimoniale ed efficienza, anche a protezione di eventuali malversazioni”.

 

Focus Esg

Travella segnala poi l’attenzione alle tematiche Esg, che si affianca alla specializzazione nel mondo illiquido e dei private markets. “Ci ispiriamo

a modelli avanzati di allocation strategica di protezione del patrimonio e creazione di ricchezza attraverso le generazioni”, sottolinea. “Questo approccio non può prescindere da importanti competenze in investimenti orientati al lungo termine, caratterizzati anche da una certa illiquidità e in parte decorrelati dai mercati tradizionali, che tuttavia permettono rendimenti più stabili e superiori nel lungo termine”. Quindi conclude: “La ricerca di opportunità deve avvenire a livello mondiale e fa capo ad un network internazionale di lungo corso”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Anche le fiduciarie diventano digitali

NEWSLETTER
Iscriviti
X