Intesa, il private britannico alle grandi manovre

A
A
A
di Antonio Potenza 10 Novembre 2021 | 11:30

Cambiamenti e spostamenti nella casa londinese di Intesa Sanpaolo. Come scrive Il Sole 24 Ore, Intesa vara un riassetto del suo hub nella capitale britannico. Protagonista di tale manovre è la sezione dei private banking. Insomma, la più grande banca italiana si prepara a traslocare, riorganizzando la gestione della clientela di fascia alta. La rete di banchieri rimarrà a Londra. Tuttavia, la parte amministrativa è destinata a trasferirsi in Svizzera – fonti del quotidiano economico puntano il dito su Ginevra.

La decisione rientra in un piano più ampio che vede la Svizzera fulcro dell’hub direzionale per il private banking, sempre sotto la guida di Tommaso Corcos. Ad oggi la divisione di Fideuram intesa private banking conta 6mila banchieri che seguono 120mila clienti. Così, la Svizzera diventerà il fulcro di tutte le operazioni extra Ue, mentre quelle Ue (tranne l’Italia) ricadranno sotto la neoacquisita CPBQ in Lussemburgo.

Infine, la rete commerciale – che chiaramente è quella che ha il rapporto più vicino e stretto con la clientela – dovrebbe rimanere negli uffici di Queen Street, nel cuore della City. Sono previste per gli investitori però dei cambi di normativa, vista l’uscita definitiva dal 1 gennaio.

Lampante come al centro dell’interesse dell’ad Carlo Messina – come lui stesso aveva già dichiarato in passato – ci sia quello di incrementare e migliorare l’assetto private della settima banca europea. L’ipotesi ventilata dal numero uno, ad inizio 2021, era quella di piccole acquisizioni nel risparmio gestito, dove in Italia la banca è prima con quota del 24% del mercato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Forex: Sterlina in crisi e non solo per colpa della Brexit

Brexit, continuano le incertezze nonostante l’accordo

Mirabaud AM: il 2021 potrebbe essere un anno brillante per le banche britanniche

NEWSLETTER
Iscriviti
X