Kairos punta sul venture capital Esg

A
A
A
di Redazione 22 Dicembre 2021 | 06:07

“A fare la differenza nel campo degli investimenti è la capacità di individuare i fattori di successo non tanto del presente, quanto del futuro”. Roberto Zanco, head of alternative illiquid investments di Kairos, spiega così la scelta della società di gestione di lanciare Kairos Venture Esg One, un fondo di venture capital focalizzato sulle start-up e PMI innovative italiane attente ai temi ambientali, di inclusione sociale e buone regole di governo aziendale.

 

Di Esg si parla da tempo nel mercato finanziario, ma la vera novità in questo caso è che i parametri della sostenibilità vengono applicati all’investimento in aziende molto giovani. Quali le ragioni di una tale delimitazione?

Come investitori di lungo periodo dobbiamo guardare ai temi cruciali tra 3-5 anni, vale a dire nel momento in cui l’investimento effettuato oggi sarà verosimilmente liquidato tramite cessione delle quote ad altro investitore o Ipo. Così, se oggi il tema Esg è importante, tra un lustro o quasi lo sarà ancor più per definire il valore di un’azienda.

 

Quali sono i target del fondo?

Puntiamo a una raccolta target di 100 milioni di euro, estendibile fino a 150 milioni. Considerata la dimensione del fondo e l’attenzione al mercato italiano del venture capital, puntiamo a rendimenti target in linea con quelli dei più performanti fondi EU. Acquisiremo quote di start-up o PMI innovative di 4 aree: B2B digital transformation (tra cui blockchain, 5G, big data, internet of things, intelligenza artificiale), life science (diagnostica, medtech, animal health), new space economy (servizi e tecnologie per nano e microsatelliti) e green energy technology (tecnologie per l’energia pulita e la transizione energetica,smart cities). Lo faremo facendo leva sulla conoscenza approfondita che Kairos ha del tessuto imprenditoriale italiano e sull’esperienza del management team del fondo nel mondo delle start-up tech. Il fondo investirà prevalentemente in Italia, mentre una parte marginale interesserà mercati maturi nel venture capital come Europa e Stati Uniti.

 

Quindi vi rivolgete a investitori istituzionali.

Esatto, ma anche ai private (investitori non professionali, cioè coloro che sottoscrivono quote del fondo per un importo complessivo non inferiore a 500mila euro). Kairos Ventures Esg One è ideale per fondi istituzionali, fondi pensione e casse di previdenza che vogliono destinare una piccola quota dei loro portafogli ad aziende ad alto potenziale di crescita, molte delle quali potranno beneficiare degli investimenti pubblici in arrivo con il Recovery Fund e il programma Horizon Europe. Infine, gli incentivi fiscali applicati rendono ancora più appetibile l’investimento sia per le persone fisiche che per le persone giuridiche.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi: ecco i vincitori dell’ESG Champions 2022

Investimenti sostenibili, nel 2022 continuerà la spinta della regolamentazione

Consulenti, esg con il marchio di Efpa

NEWSLETTER
Iscriviti
X