Banca Passadore amplia gli orizzonti d’investimento

A
A
A
di Private 17 Febbraio 2022 | 07:26

Banca Passadore ha approvato il bilancio 2021 con un utile netto di 30,6 milioni, mettendo a segno un progresso del 7% sul 2020 e centrando il record storico per la private bank con sede principale a Genova e 25 filiali sparse in Italia.

L’istituto, che tra la sua base clienti annovera il presidente del Consiglio Mario Draghi, nel 2021 ha visto crescere i depositi del 13,8%, gli impieghi del 7,1% e la raccolta indiretta nell’ordine dell’11,8%. Gli attivi totali ammontano a 4,8 miliardi di euro, una piccola cifra rispetto ai grandi gruppi bancari, ma più del doppio rispetto ai 2 miliardi di dieci anni fa.

Sulla scia di queste performance, i vertici della banca – rappresentati dai due fratelli Passadore, Francesco e Augusto, rispettivamente ad e presidente, e dal dg Edoardo Fantino – hanno deciso di accelerare sul percorso di crescita puntando anche se servizi di investimento, generati in particolare dall’asset management, a beneficio del segmento private e wealth management.

Nel contempo  la banca ha deciso di allargare lo spettro di attività. E ai servizi di consulenza (private equity e m&a) sta affiancando una diversificazione delle partecipazioni finanziarie. Da qua la decisione di entrare nei mesi scorsi nell’azionariato Mediobanca, con un investimento di 10 milioni (0,12%), oltre che in Yarpa (19%), realtà attiva nella gestione di fondi di fondi di private equity in tandem con Vittoria Assicurazione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X