Al via ArtN, il primo utility token italiano dedicato all’arte

A
A
A
di Private 29 Giugno 2022 | 07:22

Intercettare le crescenti richieste di quanti desiderano avvicinarsi al mondo delle criptovalute e dei non fungible token (nft), offrendo a tutti la possibilità di entrare in questo nuovo panorama economico digitale accompagnati da qualificati esperti in grado di conciliare l’evoluzione in ambito culturale digitale con i nuovi sviluppi tecnologici, nel pieno rispetto delle regole del mercato finanziario. Nasce con questi obiettivi ArtN, il primo utiliy token italiano dedicato all’arte, fondato da Paolo Manazza e Gianni Miller.
Con atto a rogito del notaio Federico Prinetti è stata infatti costituita l’omonima startup innovativa che annovera tra i soci: Rossano Ruggeri, fondatore di Across, Fabrizio Vedana, coordinatore della commissione fintech di AssoAml e Loris Verzaro, con all’attivo quasi 50 anni di esperienza in ambito di sviluppo di reti di vendita e finanza.
Tra le utilities pronte al lancio spicca in particolare il servizio di licensing ideato dall’avvocato Michele di Pasquale, avente ad oggetto smart contracts attestanti la concessione in licenza di opere d’arte a tutela degli autori e degli utilizzatori: un vero e proprio marketplace nel marketplace, nel pieno rispetto delle norme internazionali sul diritto d’autore e dell’inventore.

Secondo la road map tracciata dalla società, i token ArtN saranno immessi sul mercato a partire da ottobre ma sarà possibile prenotarli fin da subito sul sito Goldenarts.org previa procedura Know Your Customer per l’adeguata verifica dell’identità della clientela.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti