Banca Nazionale Svizzera: perdita record nei primi nove mesi

A
A
A
di Redazione 31 Ottobre 2022 | 10:31

La Banca Nazionale Svizzera (BNS) ha archviato i primi tre trimestri dell’anno con una perdita record di 142,4 miliardi di franchi, dovuti in particolare alle posizioni detenute in valuta estera. Dopo i 33 miliardi annunciati per il primo trimestre e i 62 del secondo, ora se ne aggiungono quindi altri 47.

Lo ha comunicato la stessa BNS, come riportato dal sito web della Rsi, che spiega che i risultati dipendono prevalentemente dall’andamento dei mercati dell’oro, dei cambi e dei capitali. “Pertanto non si possono escludere oscillazioni anche estreme ed è difficile trarre conclusioni per il risultato dell’intero esercizio”. Nonostante questa precisazione, a questo punto i versamenti degli utili ai cantoni e alla Confederazione a fine anno appaiono sempre meno probabili.

Nel dettaglio, la perdita sulle posizioni in valuta estera è ammontata a 141,0 miliardi di franchi. A ciò va aggiunta una minusvalenza dell’oro di 1,1 miliardi di franchi. La perdita sulle posizioni in franchi è stata di 24,1 milioni di franchi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti