“Credit Suisse non è in vendita”. Parola del presidente Lehmann

A
A
A
di Redazione 2 Novembre 2022 | 09:59

Credit Suisse non è in vendita”. Parola di Axel Lehmann, presidente dell’istituto elvetico, attualmente in difficoltà. Lo ha dichiarato un’intervista all’agenzia Bloomberg, coe riportato dal sito web della Rsi. “Non stiamo discutendo di un’acquisizione e vogliamo rimanere indipendenti”, ha precisato.

Il gruppo zurighese, che giovedì ha presentato un’importante revisione della sua banca d’investimento e un aumento di capitale di 4 miliardi di franchi, si riprenderà, ha dichiarato Lehmann nella video intervista. L’operazione di raccolta fondi renderà la banca “solida” e le permetterà di completare la ristrutturazione secondo il numero uno dell’istituto.

L’attività di gestione patrimoniale si sta stabilizzando, dopo aver subito forti ritiri a seguito di una “tempesta sui social network”, secondo il presidente del consiglio di amministrazione, che si aspetta di ricevere ulteriori flussi di liquidità nelle prossime settimane.

“Contenti di lavorare coi sauditi”

Interrogato sulle critiche emerse in relazione all’acquisizione di una partecipazione importante in Credit Suisse da parte della Saudi National Bank, Axel Lehmann ha respinto la questione. “Siamo felici di avere un investitore come la Saudi National Bank”, ha dichiarato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti