Banca Generali Private si rifà il look nella terra del tartufo

A
A
A
di Redazione 9 Novembre 2022 | 10:55

Prosegue il percorso di crescita di Banca Generali Private, questa volta in Piemonte, precisamente nei pressi delle langhe, luogo rinomato per i suoi grandi vini e per il tartufo. È stata inaugurata lo scorso 7 novembre in piazza Statuto 1 ad Asti il nuovo volto della sede della società.

A darne notizia è LaVocediAsti. Come riporta il quotidiano, l’ufficio, aperto due anni fa durante la pandemia e già attivo per quanto riguarda i servizi, è stato però completamente rimesso a nuovo fino al taglio del nastro di lunedì sera, alla presenza del vice direttore generale di Banca Generali, Marco Bernardi e degli area manager di Banca Generali Private Roberto Benzi e Fabio Venturino. Presenti anche Dario Allais e Paolo Bonacina, DM di Banca Generali Private.

Stando sempre a quando indicato dal quotidiano, Asti e il Piemonte rappresentano un’area in forte crescita e centrale all’interno del progetto di sviluppo commerciale di Banca Generali: negli ultimi 2 anni, la raccolta dalle famiglie locali è cresciuta del 20%. Ad oggi i private banker e wealth advisor gestiscono oltre 500 milioni di euro per le famiglie del territorio con 21 sedi  dislocate tra Acqui Terme, Alba, Alessandria, Asti, Biella, Borgomanero, Cuneo, Gattinara, Moncalieri, Novara, Pinerolo, Saluzzo, Torino, Tortona, Verbania e Vercelli.

Siamo orgogliosi di questa nuova sede nel cuore di un’area come quella di Asti, dinamica e sempre più attenta alle tematiche finanziarie e di protezione del risparmio – ha spiegato il vice direttore generale, Bernardi – Dopo due anni è giunto il momento di celebrare l’investimento sul territorio, il cui legame è per noi fondamentale”.

A fargli eco il sindaco di Asti, Maurizio Rasero. “È un’onore per noi sapere che un’azienda come questa abbia deciso di investire su questa città, dando occupazione e servizi ai cittadini. Questa amministrazione è a completa disposizione di una delle società più importanti del nostro paese che ha fatto la storia“.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti