Criptovalute, benvenuta selezione

A
A
A
di Private 10 Gennaio 2023 | 06:35

Vito Andreola

 

 

“I cali che hanno colpito il settore delle criptovalute promettono di creare una selezione nel mercato, spazzando via un elevato numero di soggetti basati su modelli di business opachi e rafforzando invece chi opera sulla base di valori come trasparenza e sostenibilità economica”. È la convinzione di Diego D’Aquilio, ceo & co-founder di Anubi Digital, operatore italiano di custodia degli asset digitali per la clientela Hnwi. Per l’esperto si apre così uno scenario di crescente interesse per la clientela del private banking verso le opportunità offerte dalla finanza decentralizzata (DeFi), soprattutto grazie all’opportunità di prezzi interessanti abbinata a questa rinnovata “pulizia” del mercato.

 

Partendo dall’attualità, quali sono le ultime novità?

Abbiamo lanciato Duo, che risponde a una precisa domanda, oggi per lo più disattesa, di soluzioni che consentano di far lavorare in modo trasparente, diversificato e remunerativo i digital asset.

 

In cosa consiste?

Questo servizio combina due digital asset di qualità, ad esempio Bitcoin ed Ethereum. Agli exchange decentralizzati, infatti, occorrono sempre pool di liquidità costituite da due asset, poiché ogni transazione è sempre uno scambio tra due crypto diverse: operando su blockchain, infatti, essi non possono accettare valuta fiat.

 

Come funziona?

Il cliente può scegliere in autonomia tra diversi Duo, sempre composti da prime assets del mondo cripto e ad alta liquidità. DUO può essere acquistato in Euro o con una propria criptovaluta in custodia su Anubi Digital, che si occupa dell’intero processo tecnico di conversione e deposito nelle liquidity pool di Uniswap, così come della raccolta mensile delle fee prodotte, a tutto vantaggio di semplicità e facilità d’uso per il cliente.

 

Perché un cliente private dovrebbe preferire Duo o l’acquisto diretto delle cripto che lo compongono?

Rispondo con un’altra domanda: nella finanza classica conviene comprare un Etf oppure direttamente i titoli sottostanti? La risposta è “dipende”. Quindi se vogliamo fare trading attivo, meglio acquistare i singoli asset – per comprare e vendere con frequenza cercando di trarre profitto sui movimenti di prezzo a breve. Se invece l’obiettivo è l’accumulo nel lungo termine di criptovalute, DUO è notevole sia per la possibilità di remunerazione che offre che per il suo approccio diversificato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti