iShares, nel 2018 è ancora Regina degli Etf

A
A
A

La società di BlackRock si conferma il principale emittente di Etf. I volumi degli scambi secondari hanno superato i 7,3 trilioni di dollari negli Stati Uniti e in Europa, registrando un incremento del 42%

di Redazione10 gennaio 2019 | 16:03

iShares, società di BlackRock specializzata nel mercato degli exchange-traded funds (ETF), brinda a un 2018 con una raccolta 167 miliardi di dollari a livello globale. Numeri che permettono ad iShares di confermarsi il principale emittente di Etf. I volumi degli scambi secondari degli Etf di iShares hanno superato complessivamente i 7,3 trilioni di dollari negli Stati Uniti e in Europa, rispetto a poco più di 5 trilioni di dollari nel 2017, registrando un incremento del 42%. “Lo scorso anno gli exchange-traded funds di iShares hanno mostrato una crescente versatilità. Gli investitori di tutto il mondo hanno utilizzato gli Etf per ottenere esposizione all’alfa, gestire il rischio, investire in modo sostenibile e sfruttare la liquidità in condizioni finanziarie più rigide”, ha dichiarato Mark Wiedman, Global Head di iShares e Index Investments. “Gli Etf sono ora parte integrante del portafoglio di ogni investitore.”

Europa: volume di scambi record

Nel 2018 i volumi di scambi del settore, in Europa, è stato pari a quasi 2 miliardi di dollari. Anche nel Vecchio Continente, iShares si conferma tra i leader dell’industria, con il 45% dei flussi dell’industria. I clienti europei hanno investito nel 2018 oltre 1 miliardo di dollari in Etf sostenibili di iShares, mentre la gamma tematica ha raggiunto 4 miliardi di dollari di asset in gestione. “Gli ETF e i fondi indicizzati rappresentano in media circa il 10 percento dei portafogli in Europa, e riteniamo che l’incidenza aumenterà fino al 50% nei prossimi anni. In tutta la regione, tecnologia e regolamentazione stanno guidando cambiamenti strutturali sotto forma di sensibilità ai costi nel settore del wealth e trasparenza degli scambi per gli investitori istituzionali. Questi fattori stanno intensificando l’attenzione da parte degli investitori sui veri fattori alla base del rendimento e sui prodotti più adatti per raggiungere gli obiettivi dei clienti”, ha affermato Stephen Cohen, responsabile Emea di iShares presso BlackRock. “In parallelo, gli investitori stanno ampliando l’approccio di investimento, alimentando tendenze quali le strategie sostenibili e tematiche. Questi fattori sono perfettamente accessibili e allineati alle caratteristiche e ai vantaggi offerti dagli Etf e dai fondi indicizzati”.

Continuano i flussi verso gli Etf a livello globale

Nel 2018 iShares si è distinta per la maggior raccolta tra tutti i principali mercati e strategie, con flussi netti globali di 167 miliardi di dollari, pari al 32% della raccolta complessiva dell’industria che si è attestata a 515 miliardi di dollari. iShares ha ottenuto flussi per oltre 29 miliardi di dollari a novembre e 44 miliardi a dicembre. I nuovi investimenti netti nelle strategie core di iShares sono stati elevati in ogni regione, pari a 109 miliardi di dollari a livello globale. Anche le strategie fattoriali di iShares hanno continuato a registrare consistenti flussi, pari a 22 miliardi di dollari nel 2018; la maggior parte dei flussi si è orientata verso gli Etf a fattore singolo come qualità, momentum e minimum volatility. I flussi degli Etf sostenibili di iShares hanno raggiunto i 3 miliardi di dollari a livello globale, alla luce della crescente ricerca da parte degli investitori di soluzioni atte a combinare i loro obiettivi finanziari con le tematiche ambientali, sociali e di governance (ESG). Gli Etf sostenibili di iShares hanno guidato il settore con un tasso di crescita organico del 52% nel 2018, superando la soglia di 8 miliardi di dollari in gestione. BlackRock ritiene che gli Etf sostenibili abbiano raggiunto un punto di flesso e gli asset in gestione (Aum) a livello di industria siano destinati a superare i 400 miliardi di dollari entro il 2028, dai 25 miliardi di dollari attuali.


COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI CORRELATI

BlackRock, utile in picchiata nell’ultimo trimestre 2018

Investitori istituzionali, fuggi fuggi dal rischio

BlackRock si prepara a tagliare 500 posti di lavoro

BlackRock, valzer di poltrone

Un altro anno da record per Vanguard

BlackRock: tanti profitti, ma quanti riscatti

Eurizon, porte chiuse a BlackRock

Bellingeri lascia iShares per Credit Suisse

Sperandeo (BlackRock) : “La corsa degli Etf sostenibili è appena cominciata”

Fisco, in Germania trema BlackRock

Cambio al vertice di Vanguard

BlackRock fa il pieno di sostenibilità

BlackRock, il male oscuro del gigante

BlackRock, maxi riscatti nonostante la trimestrale

BlackRock, i numeri del gigante battono le stime

Il tallone d’Achille di Vanguard

BlackRock, sulla rotta giusta per un decennio

Risparmio gestito, chi taglierà le commissioni (o sarà obbligato a farlo)

BlackRock rafforza la gamma tematica per sfruttare il “potere” dei megatrend

BlackRock, il fondo a misura di prudenza

Blackrock punta sui buoni (del tesoro)

BlackRock: Investments 4 Tomorrow

Asset management, guerra dei prezzi tra i gestori

Asset manager, Vanguard tallona BlackRock

Eurizon-BlackRock, le ragioni di un’alleanza

Risparmio gestito, caccia grossa al mercato tedesco

BlackRock, utili su, masse giù

Etf, raccolta in picchiata

Rovelli (BlackRock): “Prepararsi a un cambio di regime”

BlackRock punta sulla tecnologia con Advantage Series

BlackRock Investment Management lancia Advantage Series

Intesa Sanpaolo, BlackRock sotto il 5%

BlackRock: navigare in acque inesplorate

Ti può anche interessare

Perché Mifid II farà da volano alla gestione passiva, secondo PwC 

La nuova regolamentazione contenuta in Mifid II potrebbe generare un volano di crescita delle strate ...

ETF e fondi passivi allo specchio, questione di obiettivi

Fondi passivi ed ETF appaiono simili ma differiscono per liquidità, meccanismi di trading, classi d ...

Etf, perché avranno successo tra i consulenti

Tabanella (iShares): “Margini di crescita grazie all’advisory fee based” ...