Articoli con tag : Fed

Wall Street: Powell potrebbe presto non bastare più per calmare le acque

di Gianluigi Raimondi

Mercati americani salvati in corner dalle munifiche parole del presidente della Fed che ha confermato il mantenimento delle politiche espansive in atto aggiungendo di non intravedere pericoli di inflazione all’orizzonte, tanto da ravvisare nel recente rialzo dei rendimenti dei Treasury essenzialme ...

continua

Un ritorno dell’inflazione non influenzerà la politica accomodante della Fed

di Stefano Fossati

“Il rimbalzo evidenziato nei dati di gennaio sulla spesa al consumo (negli Stati Uniti, ndr) è incoraggiante e suggerisce che la domanda interna si sta riprendendo con vigore dopo i dati più deboli alla fine dello scorso anno, quando l’impatto delle misure di stimolo stava diminuendo p ...

continua

L’inflazione sta già cambiando lo scenario, oro e sterlina sugli scudi

di Stefano Fossati

“I principali indici statunitensi hanno cancellato le perdite precedenti dei rendimenti del Tesoro a lunga scadenza hanno potuto tirare un sospiro di sollievo dopo che il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha detto ai responsabili politici statunitensi che la politica monetaria rim ...

continua

Treasury, tassi in ripresa: come si posizionano i portafogli obbligazionari

di Stefano Fossati

“Il 2021 è iniziato con un movimento al rialzo dei tassi decennali statunitensi sulla scia di aspettative positive di ripresa economica grazie all’adozione dei vaccini e allo stimolo fiscale da 1.9 trilioni di dollari (in aggiunta ai 900 miliardi di fine 2020) promesso dalla nuova amministr ...

continua

L’incognita inflazione e gli effetti paradossali delle aspettative degli investitori

di Stefano Fossati

“Non c’è da stupirsi che la combinazione di una solida domanda al dettaglio e l’aumento dei prezzi alla produzione abbia ravvivato le aspettative di inflazione e sostenuto il commercio reflattivo. I dati Ppi, in particolare, sono stati un avvertimento che potremmo assistere a un aumen ...

continua

Piano infrastrutture e crescita, Stati Uniti al bivio tra accortezza e immaturità

di Stefano Fossati

“Non sorprende che lo slancio della reflazione sia stato significativo durante la scorsa settimana sui mercati, mentre le aspettative negli Usa di un voto entro la fine di febbraio per un pacchetto fiscale sponsorizzato da Biden sono diventate consenso. Il tempo per ‘fare le cose in gran ...

continua

Usa: dimenticate il dibattito dovish contro hawkish

di Gianluigi Raimondi

“Per gli investitori che si interessano della situazione economica statunitense il dibattito ruota generalmente attorno a dovish – sostenitori di una politica monetaria flessibile e accomodante – contro hawkish – difensori di una politica monetaria strutturalmente più rigoro ...

continua

La Fed rassicura i mercati, la stretta monetaria è ancora molto lontana

di Stefano Fossati

“Nella sua prima riunione del 2021, la Federal Reserve ha mantenuto lo status quo sui tassi di riferimento e sugli acquisti di asset accompagnando l’attesa decisione con un discorso cauto in cui ha ribadito, in particolare, che ‘negli ultimi mesi si osserva un rallentamento nel ritmo d ...

continua

Quando (e come) la Fed abbandonerà il pilota automatico?

di Stefano Fossati

“La riunione della Fed è stata poco movimentata, seguendo il copione dei più recenti meeting della Bce e della BoJ. Sembra le banche centrali stiano cercando di mantenere un basso profilo, nel tentativo di non sconvolgere i mercati finanziari. Hanno impostato il pilota automatico su un model ...

continua

Fed, meeting all’insegna della continuità

di Stefano Fossati

“Riteniamo improbabile che la Fed annunci cambiamenti della propria politica monetaria. Sebbene i sondaggi sulle imprese stiano evidenziando un certo miglioramento sia nel settore manifatturiero che in quello dei servizi, secondo gli ultimi Pmi, i dati sul mercato del lavoro suggeriscono che l ...

continua

I governi controlleranno il debito grazie a politiche fiscali e monetarie

di Stefano Fossati

“La banca centrale statunitense ha utilizzato la pandemia per rimediare a un grave errore politico, ma ci sono voluti migliaia di morti e una crisi da lockdown per costringere i governi a fare la loro parte e iniziare a spendere. Prima della crisi di Covid-19, l’economia globale si stav ...

continua

Usa, il mercato obbligazionario rimane assopito

di Stefano Fossati

“La prima settimana del 2021 ha suscitato emozioni sul fronte obbligazionario. L’accordo di fine anno al congresso Usa su un programma di stimolo fiscale di 900 miliardi di dollari, in combinazione con la piccola sorpresa sui risultati della Georgia, ha fatto salire i tassi a lungo termi ...

continua

La Fed resta ferma, ma il mercato guarda a Washington

di Gianluigi Raimondi

“Ieri sera, la FED ha effettivamente “lisciato il meeting”: misure invariate, niente aumento della scadenza media dei bonds acquistati, e una guidance sul programma di acquisti che vuol dire tutto e niente; l’attuale ritmo verrà mantenuto finchè non si otterrà “sosta ...

continua

Dollaro, un 2021 all’insegna della debolezza

di Stefano Fossati

“Guardando al 2021, prevediamo che il dollaro continuerà a risentire delle politiche della Fed annunciate negli ultimi mesi del 2020. Non solo la Fed intende lasciare i tassi in sospeso almeno fino al 2023, ma ha anche adottato un obiettivo di inflazione di medio termine. Anche prima della p ...

continua

Treasury, la curva si simpenna

di Stefano Fossati

“Nelle prime due settimane di novembre si sono verificati flussi record in acquisto sulle azioni a livello globale, i più alti mai registrati, sull’onda delle notizie positive in merito all’efficacia di diversi vaccini e alla loro imminente disponibilità sul mercato. Gli operatori hanno ...

continua

Fugnoli (Kairos): “Mitch McConnell, l’uomo più potente d’America”

di Alessandro Fugnoli

Coetaneo di Biden, inossidabile uomo per tutte le stagioni, Mitch McConnell è in questo momento il vero vincitore delle elezioni americane. Dalla sua posizione di leader della maggioranza repubblicana uscente del Senato, è oggi l’ago della bilancia del potere americano. Se il Senato resterà rep ...

continua

La Fed potrebbe restare dovish in attesa dell’esito delle elezioni

di Stefano Fossati

“Ci aspettiamo che la Fed mantenga una posizione accomodante al meeting di oggi, impegnandosi a fare di più se l’inflazione o le prospettive di crescita dovessero richiedere ulteriori azioni. Per il momento pensiamo che la Fed – viste le condizioni finanziarie attuali – non ...

continua

Che vinca Trump o Biden l’oro ne beneficerà, ma contestazioni sul risultato sarebbero negative

di Stefano Fossati

“Senza un chiaro vincitore ancora evidente e con l’elettorato americano diviso più che mai, i mercati e gli investitori in oro sono concentrati sul ruolo di un terzo attore in questo dramma: il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell. I mercati sono rimasti sostenuti e i tassi di in ...

continua

Obbligazionario, perché conviene rimanere nel “caldo abbraccio” della Fed

di Stefano Fossati

“È sempre più evidente come la pandemia di coronavirus stia concentrando anni di cambiamenti in pochi mesi. Basta pensare al segmento retail, dove il peso dell’e-commerce è aumentato del 4% in 6 mesi, raggiungendo il 16% sul totale. In passato, per ottenere un aumento del 4% c’erano vol ...

continua

Asset allocation: l’obbligazionario per godere della Fed

di Redazione

Vi proponiamo di seguito un commento su come le politiche delle banche centrali cambiano la logica degli investimenti obbligazionari, a cura di Bryan Whalen, co-gestore del fondo TCW Funds SICAV – TCW Income Fund, TCW. È sempre più evidente come la pandemia di coronavirus stia concentrando anni ...

continua

Usa, le discussioni sugli stimoli fiscali spingono anche le small cap

di Gianluigi Raimondi

I mercati continuano il repricing delle presidenziali Usa, in direzione di una minore incertezza, un minor rischio di contestazioni, e una crescente probabilità di “en plain” Democratico (chiamato anche Blue Whale o clean sweep dagli operatori), con conseguente mano libera in termini di ...

continua

Svolta Fed, come investire con la nuova politica sull’inflazione

di Stefano Fossati

“A inizio settembre il presidente della Fed Jerome Powell ha annunciato una variazione del regime della politica di contenimento dell’inflazione in vigore dagli anni Settanta. L’attenzione della Fed è ora incentrata sulle probabilità di instabilità del sistema finanziario, che rappresen ...

continua

La Fed semina inflazione, ma attenzione ai frutti nocivi per gli emergenti

di Stefano Fossati

“L’aspetto più importante rivelato nell’ultimo meeting della Fed a nostro avviso è stato l’adozione di un target di inflazione medio (Average Inflation Targenting – Ait) da parte della banca centrale. In sostanza, in base a questo nuovo approccio, le politiche monetarie rimarranno a ...

continua

Problemi in vista per le banche Usa?

di Marco Caprotti

A cura di Morningstar La decisione della Federal Reserve di non toccare i tassi di interesse inizia a far preoccupare le banche americane e chi ci investe. Il costo del denaro è una variabile importante all’interno dei bilanci degli istituti di credito. In pratica determina il prezzo che posson ...

continua

Fed, avanti con i test per il dollaro digitale

di Gianluigi Raimondi

Da qualche mese a questa parte la Fed ha testato diverse piattaforme basate su registri distribuiti (DLT) per comprendere i loro potenziali vantaggi nell’ottica della creazione di un dollaro digitale. È quanto ha rivelato, come riportato da Cryptonomist.ch, il presidente e ad della Fed di Clevela ...

continua

Cresce il debito, non l’economia: lo scenario di rischio delle banche centrali

di Stefano Fossati

A cura di Peter De Coensel, Cio Fixed Income di Dpam Mercoledì scorso il Presidente della Fed Jerome Powell ha annunciato pubblicamente che i tassi rimarranno a zero per tutto il 2023. In questo scenario di base, l’inflazione rimarrà al di sotto dell’obiettivo fino al 2022, per raggiun ...

continua

Verso le elezioni e oltre. Troppi timori o troppo pochi?

di Alessandro Fugnoli

Con l’ultima riunione prima delle presidenziali del 3 novembre la Fed ha dato il tono delle prossime settimane sui mercati finanziari, che saranno tanto tormentate e nervose quanto il suo comunicato finale che, come ogni tre mesi, fornisce anche le stime macro dei prossimi tre anni. Ricordiamo che ...

continua

La ricetta anti-covid sui mercati? Comprare ai minimi e vendere ai massimi

di Stefano Fossati

A cura di Mark Dowding, Cio di BlueBay Dopo aver inizialmente recuperato parte del crollo della settimana scorsa, i mercati azionari si sono nuovamente indeboliti in seguito al meeting della Fed di mercoledì, chiudendo la settimana praticamente in pari. Il Presidente Powell ha riconfermato l’att ...

continua

Fed troppo ottimista sull’inflazione?

di Gianluigi Raimondi

“Nonostante l’idea che il mercato del lavoro eserciti una certa influenza sull’inflazione futura, l’inflation core Usa ha a malapena superato il 2% durante l’ultimo ciclo di inasprimento monetario della Fed. Questo è stato dimostrato sia nella realtà sia nelle proiezioni forward-looking ...

continua

Segnali ribassisti sull’Euro/Dollaro dopo il meeting della Fed

di Gianluigi Raimondi

Terza candela giornaliera ribassista consecutiva per il cambio Euro/dollaro (Eur/Usd) all’indomani del meeting della Fed. Nel dettaglio l’Eur/Usd ha prima incrociato al ribasso a quota 1,80 la media mobile a 50 sedute violando in seguito a 1,1765 il supporto dinamico ascendente che da in ...

continua
NEWSLETTER
Iscriviti
X