Reti: Mediolanum col turbo dei conti liquidità

A
A
A
di Marcella Persola 28 Dicembre 2009 | 15:19
Grazie al risparmio amministrato il flusso di raccolta totale non risente di nessun balzo indietro. Anzi, ancora una volta, Banca Mediolanum resta regina indiscussa delle reti.

 Boom di raccolta per la rete guidata da Ennio Doris. Anche nel mese di novembre Banca Mediolanum è la regina indiscussa della raccolta netta totale. Il flusso è infatti pari a 706,447 milioni, di cui 210,999 provenienti dal risparmio gestito.

Nel dettaglio il gestito ha visto calare il proprio flusso da 275,632 milioni a 210,999 e nello specifico il flusso di raccolta dei fondi è passato dai 196,401 ai 216,525 milioni di novembre. Mentre ha perso un po’ di terreno la raccolta sul campo previdenziale/assicurativo con un flusso passato da 34,612 milioni a -47,518 milioni.

A sostenere la raccolta totale ci ha pensato però il risparmio amministrato che ha visto passare il flusso totale da 396,010 milioni ai 495,447 milioni. Di questi ultimi 502,768 milioni derivano soprattutto dalla liquidità. Mentre il flusso dei titoli chiude in terreno negativo a -7,320 milioni. Sarebbe interessante capire se la liquidità che ha sostenuto la raccolta nel mese di novembre derivi sostanzialmente dal Conto Freedom.

A livello di unità il bilancio è positivo con la rete che risulta composta da 4.835 promotori finanziari operativi, uno in più rispetto al mese di ottobre. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, un ex di Banca Mediolanum (e non solo) per Sudtirol Bank

Banca Mediolanum, la nuova forza è il consumer lending

Consulenti, gran grosso da Sanpaolo Invest per Südtirol Bank

NEWSLETTER
Iscriviti
X