Tango Bond, la task force chiude i battenti

A
A
A

Va in pensione l’organismo che aveva il compito di tutelare i risparmiatori che avevano investito nelle obbligazioni-spazzatura dell’Argentina. Recuperati 3 miliardi di euro.

Andrea Telara di Andrea Telara28 febbraio 2017 | 10:32

MISSIONE COMPIUTA – Dopo ben 15 anni, chiude i battenti la Task Force Argentina, l’organismo guidato dall’avvocato Nicola Stock che aveva il compito di rappresentare i creditori italiani nel contenzioso internazionale per il recupero dei soldi investiti nei Tango Bond. Si tratta, come sa bene chi ha seguito la vicenda, delle obbligazioni emesse dalla Repubblica Argentina e trasformatesi in carta straccia nel 2001, dopo il default del governo di Buenos Aires. Fino ad oggi la Task Force Argentina a recuperato 3 miliardi di euro, rappresentati in larga parte dai crediti dei piccoli risparmiatori italiani. Dopo una storia di tre lustri alle spalle, l’assemblea di questo organismo ha deliberato la chiusura definitiva dell’attività.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn1Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Azimut, tre colpi per crescere in Lombardia

La società guidata da Paolo Martini si è rafforzata con l’ingresso di due ex bancari e di un pro ...

Consulenti finanziari, training class: cosa sapete della duration modificata?

La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, a proposito delle pensioni, era quella contraddist ...

Mossa è il nuovo a.d. di Banca Generali

Lo ha nominato oggi il Cda. Il manager manterrà anche la carica di d.g. ...