Promotori – I margini di profitto sono in calo da un decennio

A
A
A

Le cause? Un mercato che è sempre più competitivo e polarizzato

di Redazione28 aprile 2011 | 13:30

di Luca Spoldi

Poveri promotori, o promotori poveri? Certo se calcolate quanto vi rimane in tasca dopo aver pagato i contributi previdenziali a Inps ed Enasarco e le tasse sul reddito, e lo confrontate a parità di portafoglio di riferimento con quanto mediamente si poteva ricavare una decina d’anni fa, è evidente l’assottigliarsi dei margini di profitto (tanto per le mandanti quanto soprattutto per gli uomini delle loro reti). Se oggi stiamo ad analizzare se sia credibile o meno guadagnare lo 0,5% o lo 0,6% in termini di flussi provvigionali lordi rispetto a portafogli tra i 5 e i 10 milioni di euro, fino alla fine degli anni Novanta le cifre erano ben diverse e non di rado superavano l’1%.

Colpa di un mercato sempre più competitivo e sempre più polarizzato tra un segmento “alto” di private banker che curano gli interessi di una clientela ad elevato reddito e patrimonio, pronta a pagare qualcosa di più per essere coccolata e seguita dal proprio professionista di riferimento e dunque tendenzialmente anche più fedele al consulente che non ai “colori sociali” che costui può indossare, e il mercato “di massa” del risparmio gestito che investe in fondi comuni, unit linked, gestioni patrimoniali e polizze risparmi sempre più aggrediti dall’aumento dei costi e delle tasse e dall’incertezza che da anni caratterizza il mercato del lavoro e le prospettive economiche di molte famiglie italiane. Risultato: se alla fine del 2001 un grande portafoglista, in grado di “spostare” fino a una cinquantina di milioni di euro da una società all’altra, poteva sperare di vedersi offrire per il “cambio di casacca” fino al 3% degli asset under management (Aum), con una rateizzazione del pagamento nell’arco di 2-3 anni al massimo, oggi difficilmente per le stesse cifre ci si può sentire offrire più del 2%, sovente “spalmato” su un quinquennio, mentre per chi movimenta cifre meno importanti l’offerta economica è a volte ancora meno vantaggiosa, specie se i patrimoni si riferiscono a clienti di taglia medio-piccola, che si indirizzano per le proprie esigenze su strumenti a minore marginalità.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Riva (Anasf) e Mainò (Nafop), botta e risposta su Twitter

Anasf, un video per associarsi

Consulenti, botta e risposta sui dubbi di un ex promotore

Consob, radiazione nel milanese

Consulenti e Enasarco, focus sulle prestazioni integrative 2018

Anima e Poste, un accordo dai tre volti

Mediolanum fa 100 nel reclutamento

Promotori, in Usa e Gran Bretagna più salgono i patrimoni meno si paga

Promotori, training class: oggi parliamo di fondi pensione

Promotori, negli Usa le commissioni pesano per l’1% all’anno

I promotori costano 23 miliardi l’anno agli italiani

Promotori-consulenti, chi boccia il cambio di nome

Training class: promotori, mettetevi alla prova con le domande dell’esame

Promotori regolari e abusivi, la nuova direttiva Ue rivede le sanzioni

PHOTOGALLERY – Promotori, ecco i 10 protagonisti del 2014

Promotori, salta l’Albo unico

Training class: promotori mettete alla prova la vostra preparazione con le domande dell’esame

Consulenti, le sorti dell’Albo Unico nelle mani del maxi-emendamento del governo di questa sera

Promotori, le app che fa(ra)nno tendenza

Promotori, ok alle nuove regole sugli stipendi

Training class: promotori, testate la vostra preparazione con le domande dell’esame

Un promotore ex Fideuram entra nel c/c di una cliente e si accredita 173mila euro: radiato

Mediolanum, di Montigny lancia la piattaforma dell’ottimismo

Voluntary disclosure, grosso scudo penale

Poker di ingressi per Barclays RBB

Promotori – training class, le domande dell’esame: questa volta si parla di azionario

Efpa svela con nove mesi d’anticipo la location del prossimo Italia Meeting 2015

Si finge promotore e truffa un centinaio di persone

Azimut Wealth Management soffia Riccardo Esclapon a Pictet

Promotori, pressing Apf sull’Albo unico

Promotori, i 5 errori da evitare per diventare un buon investitore

Risparmio tradito, ecco quanto rischia davvero chi scappa con i soldi

Promotori, la brutta clausola di “non concorrenza”

Ti può anche interessare

Diamanti in banca, primi rimborsi di Mps

Secondo l’associazione dei consumatori Aduc, l’istituto toscano ha risarcito due clienti ...

Axa, partnership con Coursera per la formazione

Il gruppo vuole offrire a tutti i suoi collaboratori in 64 Paesi oltre 300 corsi personalizzabili, r ...

UniCredit e SocGen Securities Services alleate fino al 2026

I due gruppi si impegnano a estendere la loro partnership per altri 7 anni ...