Assoreti: a novembre i promotori raccolgono 1,5 miliardi

A
A
A

Il dato rilevato da Assoreti indica una raccolta netta complessiva per le reti di promotori finanziari pari a 1,5 miliardi di euro, in crescita del 14,4% rispetto al mese di ottobre.

di Redazione30 dicembre 2013 | 12:23

RACCOLTI 1,5 MILIARDI DI EURO – A novembre, il dato rilevato da Assoreti indica una raccolta netta complessiva per le reti di promotori finanziari pari a 1,5 miliardi di euro, in crescita del 14,4% rispetto al mese di ottobre. La spinta al rialzo arriva dai prodotti del risparmio gestito sui quali confluiscono complessivamente risorse nette per 1,6 miliardi di euro (+29,2% su ottobre), mentre le movimentazioni sui prodotti in regime amministrato vedono la maggiore prevalenza dei disinvestimenti, con un saldo netto negativo per 91 milioni di euro. Il 55% della raccolta sul gestito è realizzato attraverso la distribuzione diretta di quote di oicr, con investimenti netti pari a 882 milioni di euro (+48,2% rispetto ad ottobre). Le scelte si concentrano sui fondi di diritto estero, con un sostanziale equilibrio tra le risorse destinate ai fondi comuni tradizionali (400 milioni di euro) e quelle impegnate in fondi di fondi (410 milioni di euro). In termini di macro categorie, sui fondi esteri continuano ad essere privilegiati i prodotti flessibili (464 milioni), gli azionari (373 milioni) e i bilanciati (303 milioni); prevalgono invece i riscatti dai fondi obbligazionari e monetari.

I FONDI DI DIRITTO ITALIANO
– Positivo, spiega Assoreti, il saldo delle movimentazioni sui fondi di diritto italiano, con risorse pari a 18 milioni di euro. Gli investimenti netti effettuati sui prodotti assicurativi e previdenziali ammontano a 627 milioni di euro (+30,4% rispetto a ottobre); prevalgono i versamenti sulle polizze unit linked, con premi netti pari a 461 milioni (+24,3%), ma cresce anche l’interesse verso i prodotti vita tradizionali sui quali confluiscono risorse pari a 213 milioni di euro (+17,4%). In flessione le gestioni patrimoniali individuali: il saldo delle movimentazioni è pari a 95 milioni di euro. Il contributo delle reti al sistema di oicr aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si attesta, quindi, su un ammontare di 1,4 miliardi di euro, pari al 31,9% della raccolta netta complessiva del settore (4,3 miliardi di euro). Da inizio anno, l’apporto delle reti sale a 17,4 miliardi di euro, pari al 37,7% dei volumi di raccolta realizzati nel sistema fondi (46,0 miliardi di euro).

GESTITO AVANTI TUTTA – Nel mese, l’investimento in titoli è stato positivo per 92 milioni di euro: gli acquisti prevalgono sui titoli di debito (287 milioni) e sulle azioni (123 milioni), mentre si chiude in rosso il bilancio sugli strumenti del mercato monetario (-311 milioni). Negativo il saldo della liquidità (-183 milioni di euro). In termini di raccolta lorda, l’operatività delle reti si concretizza in volumi pari a 7,2 miliardi di euro per il risparmio gestito, in un intermediato di 7,6 miliardi di euro per le transazioni in titoli e di 161 milioni di euro per gli altri prodotti e servizi. Il numero di promotori finanziari con mandato dalle società rientranti nell’indagine dell’Assoreti è pari a 21.418 unità, con una rappresentatività del 91% sull’intera compagine associativa (23.532 unità il dato stimato).


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Consulenti, come vivere di rendita: atto V

Per raggiungere gli obiettivi prefissati occorre in primo luogo suddividere il patrimonio finanziari ...

Bond cointestati, giusto ricorrere

Il lettore ha presentato ricorso all’Acf Consob per dei bond cointestati con la moglie, che però ...

Consulenti, le sanzioni cambiano faccia

Sarà prevista una sola fase di istruttoria per la quale saranno competenti due nuovi uffici di Ocf ...