Assoreti: a novembre i promotori raccolgono 1,5 miliardi

A
A
A

Il dato rilevato da Assoreti indica una raccolta netta complessiva per le reti di promotori finanziari pari a 1,5 miliardi di euro, in crescita del 14,4% rispetto al mese di ottobre.

di Redazione30 dicembre 2013 | 12:23

RACCOLTI 1,5 MILIARDI DI EURO – A novembre, il dato rilevato da Assoreti indica una raccolta netta complessiva per le reti di promotori finanziari pari a 1,5 miliardi di euro, in crescita del 14,4% rispetto al mese di ottobre. La spinta al rialzo arriva dai prodotti del risparmio gestito sui quali confluiscono complessivamente risorse nette per 1,6 miliardi di euro (+29,2% su ottobre), mentre le movimentazioni sui prodotti in regime amministrato vedono la maggiore prevalenza dei disinvestimenti, con un saldo netto negativo per 91 milioni di euro. Il 55% della raccolta sul gestito è realizzato attraverso la distribuzione diretta di quote di oicr, con investimenti netti pari a 882 milioni di euro (+48,2% rispetto ad ottobre). Le scelte si concentrano sui fondi di diritto estero, con un sostanziale equilibrio tra le risorse destinate ai fondi comuni tradizionali (400 milioni di euro) e quelle impegnate in fondi di fondi (410 milioni di euro). In termini di macro categorie, sui fondi esteri continuano ad essere privilegiati i prodotti flessibili (464 milioni), gli azionari (373 milioni) e i bilanciati (303 milioni); prevalgono invece i riscatti dai fondi obbligazionari e monetari.

I FONDI DI DIRITTO ITALIANO
– Positivo, spiega Assoreti, il saldo delle movimentazioni sui fondi di diritto italiano, con risorse pari a 18 milioni di euro. Gli investimenti netti effettuati sui prodotti assicurativi e previdenziali ammontano a 627 milioni di euro (+30,4% rispetto a ottobre); prevalgono i versamenti sulle polizze unit linked, con premi netti pari a 461 milioni (+24,3%), ma cresce anche l’interesse verso i prodotti vita tradizionali sui quali confluiscono risorse pari a 213 milioni di euro (+17,4%). In flessione le gestioni patrimoniali individuali: il saldo delle movimentazioni è pari a 95 milioni di euro. Il contributo delle reti al sistema di oicr aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si attesta, quindi, su un ammontare di 1,4 miliardi di euro, pari al 31,9% della raccolta netta complessiva del settore (4,3 miliardi di euro). Da inizio anno, l’apporto delle reti sale a 17,4 miliardi di euro, pari al 37,7% dei volumi di raccolta realizzati nel sistema fondi (46,0 miliardi di euro).

GESTITO AVANTI TUTTA – Nel mese, l’investimento in titoli è stato positivo per 92 milioni di euro: gli acquisti prevalgono sui titoli di debito (287 milioni) e sulle azioni (123 milioni), mentre si chiude in rosso il bilancio sugli strumenti del mercato monetario (-311 milioni). Negativo il saldo della liquidità (-183 milioni di euro). In termini di raccolta lorda, l’operatività delle reti si concretizza in volumi pari a 7,2 miliardi di euro per il risparmio gestito, in un intermediato di 7,6 miliardi di euro per le transazioni in titoli e di 161 milioni di euro per gli altri prodotti e servizi. Il numero di promotori finanziari con mandato dalle società rientranti nell’indagine dell’Assoreti è pari a 21.418 unità, con una rappresentatività del 91% sull’intera compagine associativa (23.532 unità il dato stimato).

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Azimut, l’Australia traina la raccolta a ottobre

Nel mese la raccolta è stata positiva per 959 milioni di euro, portando così la raccolta netta da ...

Assoreti: confermato Colafrancesco, Doris e Foti vicepresidenti

Poche novità ai vertici dell' assemblea dell'associazione. Cambio nella rappresentanza di Azimut, e ...

Deutsche Bank, perdita miliardaria ma ricavi in crescita

Il gruppo tedesco ha chiuso il quarto trimestre 2016 con un rosso di 1,9 miliardi di euro per accant ...