Assogestioni, quando il fondo italiano incontra l’investitore straniero

A
A
A

Il 22 gennaio a Milano si terrà un incontro di studio per parlare delle condizioni e dei limiti dell’offerta di fondi italiani a investitori statunitensi.

di Redazione31 dicembre 2013 | 13:30

SI PARLA DI REGOLAMENTAZIONE – La regolamentazione finanziaria statunitense introdotta dal Dodd-Frank Act e dal Jobs Act determina riflessi anche sull’operatività delle sgr di diritto italiano. Di qui, la decisione di Assogestioni di organizzare un incontro di studio con esperti di regolamentazione finanziaria statunitense in grado di fornire un quadro completo e aggiornato della disciplina di riferimento.

INVESTITORI E FONDI – L’incontro, che si terrà il 22 gennaio a Milano dalle 9.30 alle 13.30, secondo Assogestioni è un’occasione per approfondire i profili regolamentari connessi alla partecipazione di investitori statunitensi negli oicr di diritto italiano e, in particolare, per individuare con maggior certezza le ipotesi in cui, alla luce della nuova disciplina statunitense, le sgr italiane non sono tenute a “registrarsi” presso le autorità statunitensi.

IL PROGRAMMA DELL’INCONTRO – L’introduzione, come si apprende dal sito di Assogestioni, è a cura di Roberta D’Apice, direttore settore legale della stessa Assogestioni, Ne discutono Julien Bourgeois, partner di Dechert Llp, Washington Dc, e Angelo Lercara, partner della stessa società, Monaco di Baviera.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Nasce Bnp Paribas Asset Management

BNP Paribas Investment Partners ha svelato il suo piano strategico per il 2020 con l'adozione del ma ...

Mirabaud, utile in crescita a doppia cifra

L'utile netto è in aumento del 28%, e gli asset in gestione sono saliti dell’11% rispet­to al 31 ...

Garcia Zamora (BNY Mellon): “Puntiamo sul debito emergente in valuta locale”

L’outlook è molto promettente per il debito emergente in valute locali: ci si attendono ritorni c ...