Noia (Pictet AM): “Tutte le opportunità degli investimenti Esg”

A
A
A

L’asset manager elvetico punta ancora sulle strategie d’impatto sociale e sulla trasparenza del business

Andrea Telara di Andrea Telara10 gennaio 2018 | 12:48

Guadagnare con gli investimenti finanziari e proteggere anche l’ecosistema puntando su imprese che hanno un business model sostenibile. Le due cose possono benissimo andare di pari passo. Anzi sono proprio i titoli delle aziende più attente alla sostenibilità che nel medio e lungo termine possono dare sprint al portafoglio. Ne è convinto Manuel Noia (nella foto), country manager per l’Italia di Pictet
 Asset Management, società di gestione che da oltre 15 anni ha incluso nella propria gamma di prodotti diversi fondi con strategie di investimento incentrate sulle tematiche Esg (environmental, social and governance) cioè legate a fattori ambientali, di impatto sociale e alla trasparenza del business.

OFFERTA SEMPRE PIÙ RICCA – “Pictet è sempre stata all’avanguardia su questo fronte”, dice Noia, che ricorda il lancio nell’anno 2000 del fondo Pictet Water, un prodotto che la casa
di gestione svizzera ha creato per dare agli investitori l’opportunità di puntare su società legate alle sempre più preziose risorse idriche del pianeta. Da allora sono passati oltre tre lustri e l’offerta di Pictet AM si è arricchita di altri prodotti legati alle tematiche Esg. Tra questi c’è per esempio Pictet Global Environmental Opportunities, un fondo che ha come obiettivo una crescita del capitale attraverso l’investimento in titoli di società attive nella catena del valore ambientale. Il portafoglio di questo prodotto, che ha guadagnato oltre l’84% negli ultimi 5 anni, si caratterizza per la presenza di titoli di aziende operanti nel settore dei servizi, delle infrastrutture e legate alla sostenibilità dell’ecosistema, senza limitazioni geografiche.

SENSIBILITÀ ECOLOGICA – “Riteniamo che l’esposizione
ai trend ambientali offra un interessante profilo di rischio- rendimento a lungo termine”,
dice Noia, che sottolinea come la crescita demografica, l’espansione economica e l’avvento del ceto medio a livello globale oggi mettano a rischio la disponibilità di risorse naturali. “Inoltre”, aggiunge il country manager di Pictet AM, “l’inquinamento è ormai un problema per parecchi governi, soprattutto nei paesi emergenti che cominciano a sviluppare
una sensibilità ecologica, spinti da un’opinione pubblica sempre più favorevole alle politiche ambientali”. Per quel che riguarda le prospettive di rendimento del Pictet Global Environmental Opportunities, i gestori del fondo ritengono che, negli Stati Uniti, il rinnovato interesse per gli investimenti nelle infrastrutture possa favorire le posizioni da loro acquisite nel comparto idrico. Le infrastrutture americane dell’acqua necessitano infatti di essere rinnovate e diverranno probabilmente una delle priorità della nuova amministrazione di Washington.

TENDENZE NEGLI USA – Altri temi interessanti che i
gestori stanno seguendo sono
la tendenza verso una maggiore efficienza energetica nel settore edilizio e la progressiva diffusione dei mezzi di trasporto elettrici,
che crea opportunità per le case automobilistiche. Infine altre due tematiche su cui sta puntando
il Pictet Global Environmental Opportunities sono la progressiva digitalizzazione del settore manifatturiero e, sempre negli Stati Uniti, le innovazioni nello smaltimento dei rifiuti che stanno portando notevoli benefici in termini di tariffe dei servizi legati a questa attività.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI CORRELATI

Noia (Pictet AM): “Le nostre soluzioni per i consulenti finanziari”

Pictet Am lancia fondo con strategie long/short

SdR 17, Noia (Pictet): “Formula 1 e asset management, gestire il rischio per fare performance”

Ti può anche interessare

Consultinvest: alert sull’obbligazionario! Preferito l’azionario ma ingressi con switch programmati

L'attenzione va ora concentrata sullo scenario geopolitico europeo, sull’agenda degli appuntamenti ...

Anima prende Di Naro da Esperia

Il money manager era amministratore delegato di Banca Esperia e chief investment officer di Duemme ...

Ubs House View: flessione dei rendimenti azionari in vista

"Ci aspettiamo", scrive Mark Haefele, "che nei prossimi sei mesi i mercati azionari registrino rendi ...