Londra, Sua Maestà conta gli spiccioli

A
A
A

Dopo scandali a corte e gossip sui tabloid la regina Elisabetta II incassa un altro colpo. Secondo il Sunday Times la sovrana d’Inghilterra avrebbe perso almeno 50 milioni di sterline nell’ultimo anno.

di Eliana Pelucchi30 aprile 2009 | 15:00

La crisi del credito non ha risparmiato nemmeno le tasche di Sua Maestà. Il patrimonio di Elisabetta II si è alleggerito nell’ultimo anno di almeno 50 milioni di sterline, lasciandole una dote di 214 milioni. Secondo la “Lista dei più Ricchi d’Inghilterra” pubblicata recentemente dal Sunday Times il patrimonio della regina ha subito negli ultimi mesi un deciso ridimensionamento. Il calcolo è approssimativo ed esclude sia le tenute reali sia la collezione d’arte della corona, ma non c’è dubbio che anche la più illustre del reame saluti il 2009 con qualche spicciolo in meno.

E se Elisabetta cede 16% dei suoi averi, molti altri sono stati costretti a pagare un prezzo ben più alto. La lista rivela, infatti, che sono stati spazzati oltre 155 miliardi di sterline dalle casseforti dei mille più ricchi residenti del Regno. I miliardari in pound nel 2008 erano 74, oggi sono stati declassati al rango di semplici milionari ben 32 persone. In cima alla classifica ci sono l’indiano Lakshmi Mittal e mister Chelsea, Roman Abramovich. Seguono a breve distanza il duca di Westminster, proprietario di mezza Londra, e il signor Alinghi e signora.

Non manca, però, chi è andato controcorrente come il Duca di Sutherland, che in soli 12 mesi ha accresciuto il suo patrimonio del 109%. Bene anche Mohamed el Fayed proprietario dell’intramontabile Harrods per lui nemmeno l’ombra della crisi e più 17% nel salvadanaio.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Lehman Brothers, un anno dopo il grande crack

Ti può anche interessare

Mps, si avvicina il redde rationem?

MPS SOSPESO IN BORSA – Scatta l’allarme sul titolo Mps, sospeso al ribasso dopo un ultimo sc ...

Corea del Nord, i mercati non credono all’escalation militare

I MERCATI NON CREDONO ALLA GUERRA – Incrociando le dita e nonostante i titoli di giornale, i m ...

Finecobank, due colpi in Toscana

Nella struttura dell’area manager Marchetti entrano due private banker di elevato portafoglio. ...