Ecco i Paesi dove i ricchi scelgono i paradisi fiscali

A
A
A

Secondo un’analisi di Bloomberg, un decimo dell’intera ricchezza globale è detenuto in paradisi fiscali offshore.

Chiara Merico di Chiara Merico13 settembre 2017 | 09:28

Un decimo dell’intera ricchezza globale è detenuto in paradisi fiscali offshore, ma le percentuali cambiano, e di parecchio, a seconda dei Paesi. Lo rivela un’analisi di Bloomberg, secondo cui il 15% della ricchezza prodotta in Europa sfugge alle tasse, una percentuale che sale al 60% per alcune nazioni del Golfo e dell’America Latina. Calcolando la quota di ricchezza offshore rispetto al Pil, la classifica è guidata dagli Emirati Arabi Uniti, dal Venezuela, dall’Arabia Saudita, dalla Russia e dall’Argentina. Francia, Germania e UK hanno tutti percentuali superiori alla media, mentre gli Usa sono leggermente sotto. Tra le ragioni che portano i ricchi di determinati Paesi a spostare i propri capitali nei paradisi fiscali ci sono la vicinanza geografica alla Svizzera, la presenza di risorse naturali e l’instabilità economica e politica.

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Cushman & Wakefield si allarga negli Usa

Rilevata la quota di maggioranza di NorthMarq, società privata fondata dalla famiglia Pohlad. ...

Ersel lancia il fondo Globersel Pmi HD

Ersel, specialista dal 1936 nella gestione di patrimoni e prima società di fondi comuni autoriz ...

Private Equity, 4 big alla conquista della Cina

I maggiori gruppi occidentali si sono attrezzati per investire nella Repubblica Popolare ...