Ecco i Paesi dove i ricchi scelgono i paradisi fiscali

A
A
A

Secondo un’analisi di Bloomberg, un decimo dell’intera ricchezza globale è detenuto in paradisi fiscali offshore.

Chiara Merico di Chiara Merico13 settembre 2017 | 09:28

Un decimo dell’intera ricchezza globale è detenuto in paradisi fiscali offshore, ma le percentuali cambiano, e di parecchio, a seconda dei Paesi. Lo rivela un’analisi di Bloomberg, secondo cui il 15% della ricchezza prodotta in Europa sfugge alle tasse, una percentuale che sale al 60% per alcune nazioni del Golfo e dell’America Latina. Calcolando la quota di ricchezza offshore rispetto al Pil, la classifica è guidata dagli Emirati Arabi Uniti, dal Venezuela, dall’Arabia Saudita, dalla Russia e dall’Argentina. Francia, Germania e UK hanno tutti percentuali superiori alla media, mentre gli Usa sono leggermente sotto. Tra le ragioni che portano i ricchi di determinati Paesi a spostare i propri capitali nei paradisi fiscali ci sono la vicinanza geografica alla Svizzera, la presenza di risorse naturali e l’instabilità economica e politica.

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

PRIVATE Awards: Ragaini (B.Generali) rivendica il tasso di innovazione

Banca Generali ha vinto il PRIVATE Award nella categoria “Banca italiana” con la seguent ...

PRIVATE in edicola: Azimut Capital Management, la nuova frontiera del banker

E’ uscito il numero di luglio del mensile con una cover story dedicata a Paolo Martini ...

Crescita record dei Paperoni cinesi

Decuplicato in dieci anni i numero degli investitori HNWI ...