Banche – Le sei iniziative di MPS per aiutare le imprese

A
A
A
di Fabio Coco 18 Giugno 2009 | 10:20
Nel momento di difficoltà, Banca Montepaschi di Siena va incontro alle imprese con 6 nuove iniziative volte ad agevolare la pressione economica sulle società. D’interesse, soprattutto lo sconto del 2% sul tasso d’interesse applicato, se l’impresa dimostrerà di non aver licenziato forza lavoro durante tutta la vita del finanziamento.

Sei nuove iniziative varate da Banca MPS per aiutare le imprese in questo momento di crisi. Di particolare rilievo, il prodotto “Forza 5 e Forza 3” che prevede un bonus di due punti percentuali sul tasso di interesse (facendolo scendere dal 5% al 3%) se l’impresa, cliente della banca senese, non licenzierà i suoi dipendenti, precari inclusi. L’impresa dovrà dimostrare di non aver licenziato forza lavoro presente alla stipula del contratto durante la durata del finanziamento, con un importo massimo di un milione di euro.

Le nuove iniziative sono state presentate a Roma, dal direttore generale Antonio Vigni e dal vice Antonio Marino. Come spiega Borsa Italiana, il secondo prodotto si chiama “Made in Italy” ed è volto a sostenere nel breve termine, le imprese italiane esportatrici di beni e servizi. Si tratta di un bonus sconto pari al 25% dello spread applicato su qualsiasi finanziamento acceso presso MPS. In questo caso, l’azienda dovrà dimostrare di aver esportato verso nuovi mercati di sbocco almeno il 10 per cento del fatturato export realizzato l’anno precedente.

“Prorogatio” è la misura che prevede una proroga sino a sei mesi, della scadenza degli anticipi su crediti vantati dalle società nei confronti dell’amministrazione pubblica. I crediti in oggetto sono pari a 500 milioni di euro e riguardano un mondo di circa 800 grandi imprese e quasi mille amministrazioni pubbliche. “Investo Plus”, invece, è un finanziamento a medio termine massimo sino ad un milione di euro, verso i soci dell’impresa cliente di Montepaschi, con ammortamento graduale del capitale, al fine di assicurare uuna certa ricapitalizzazione della società tramite un aumento del capitale.

Il quinto prodotto (“Insieme plus”), invece, consta in una linea di credito a medio termine sino a 2,5 milioni di euro, con ammortamento graduale del capitale, destinata alle imprese con necessità di riqualificazione. Infine, con “Time Out” MPS concede una sospensione massima di un anno sul pagamento delle rate in conto capitale per i finanziamenti a medio-lungo termine, chirografari o assistiti da garanzie per un potenziale di quasi sei miliardi di euro.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mps, Mussari e Vigni condannati a 7 anni

Mps, multati Mussari, Vigni e Baldassarri

Mps, cede quote dell’immobiliare Perimetro

NEWSLETTER
Iscriviti
X