Promotori Finanziari – Scelgo Fideuram, senza paura

A
A
A
di Matteo Chiamenti 28 Settembre 2009 | 08:20
Abbandonare Unicredit per passare a Fideuram, senza essere preoccupati per le sorti di quest’ultima. Ecco l’intervista a Gianluca Orletti, neo pf per Matteo Colafrancesco.

Il gruppo Fideuram è ormai al centro delle cronache finanziarie italiane degli ultimi tempi, avendo ormai rubato da tempo la scena a importanti tematiche come i superbonus ai manager, i Tremonti bond e Noemi. La vicenda del presunto, smentito, confermato interessamento di Exor, non ha tuttavia scalfito quella che è l’attività tipica per una buona salute di una rete: il reclutamento.

Sono infatti ben 12 gli ultimi arrivi tra SanPaolo Invest e Banca Fideuram, per valore complessivo del portafoglio gestito vicino ai 9 milioni di euro. Abbiamo ascoltato la voce di Gianluca Orletti, neo acquisto di casa Colafrancesco, con un passato presso Unicredit; malgrado quello che si può pensare, non sembra affatto contrariato dalle recenti voci:

“Ritengo che, anche se dovesse verificarsi una cessione, la cosa non è da considerarsi negativa; avere un compratore disposto a spendere certe cifre significa essere necessariamente ambiti, e questo ribadisce il valore di una realtà come la nostra. D’altra parte questo mondo ha conquistato anche il mio di interesse, facendomi optare per questa nuova avventura professionale; essere private banker qui, regala una bella sensazione di libertà, ben differente rispetto alle pressioni di una tipica banca commerciale. Tutto ciò va a vantaggio della mia clientela. Ritengo infatti che rapportarsi con i risparmiatori sia come gestire una ditta; da indipendenti è tutta un’altra cosa”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fideuram Ispb, la migliore rete digitale e social

CheBanca!, una valanga di nuovi ingressi per la rete

Procapite: ISPB regina incontrastata, anche del gestito

NEWSLETTER
Iscriviti
X