Ubs, profitti sopra le attese, utile a 1,664 miliardi

A
A
A
di Marcella Persola 26 Ottobre 2010 | 08:45
La banca svizzera chiude il terzo trimestre con un utile netto superiore alle stime degli analisti che indicavano un dato pari a 1,3 miliardi.

Migliore delle stime. L’utile netto di Ubs nel terzo trimestre si chiude con a 1,664 miliardi contro le stime degli analisti che indicavano un utile di 1,23 franchi svizzeri. L’utile da inizio anno risulta pari a 5,871 miliardi e il ROE annualizzato dei primi nove mesi del 2010 è pari a 17,6%. 
I ricavi sono stati condizionati dalla bassa operatività dei clienti, alla quale il management ha risposto riducendo i costi. 
I risultati dell’investment bank riflettono i ridotti flussi nell’unità equities, per lo più a livello di liquidità e derivati; i ricavi del segmento fixed income, currencies e commodities hanno accusato una contrazione su base trimestrale attribuibile principalmente a un’operatività della clientela inferiore alla media nel settore foreign exchange e tassi. 

Nonostante le commissioni di gestione più contenute, quale conseguenza del rafforzamento del franco svizzero, in parte bilanciate da una riduzione dei costi per il personale, gli utili di global asset management sono rimasti stabili. I ricavi di wealth management hanno subito una contrazione (-7%) a 1,759 miliardi rispetto ai 1,891 miliardi di franchi svizzeri del secondo trimestre. Sul dato ha influito il rallentamento dell’attività della clientela e il rafforzamento del franco svizzero nei confronti delle principali valute.

 

Commentando i risultati di UBS per il terzo trimestre 2010, il ceo del Gruppo, Oswald J. Grübel, ha dichiarato: «Il terzo è stato un trimestre anomalo, dati i bassissimi livelli di operatività della clientela e il rafforzamento del franco svizzero sulla maggior parte delle principali valute. Ciò si è ripercosso su tutte le nostre attività. Tuttavia, siamo convinti che una ripresa nel quarto trimestre influirà positivamente su tutte le nostre divisioni. Rimaniamo fiduciosi in merito all’andamento futuro e crediamo di essere sulla buona strada per raggiungere i nostri obiettivi di medio termine».

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

UBS, trimestre in rosso ma ripresa nel 2010

NEWSLETTER
Iscriviti
X