Fideuram ISPB frantuma ogni record: 1,5 mld di gestito a marzo

A
A
A
di Marco Muffato 28 Aprile 2017 | 13:33
Il gruppo guidato dall’a.d. Molesini fa registrare raccolte miliardarie nel terzo mese dell’anno. Anche le inseguitrici Banca Generali e FinecoBank hanno evidenziato un ottimo trend commerciale.

Ancora un mese straordinario per il business per Fideuram ISPB, il gruppo guidato dall’a.d. Paolo Molesini (nella foto), che stacca i competitor a marzo con la raccolta netta che raggiunge  il miliardo di euro e una produzione super nel risparmio gestito pari a 1.520 milioni di euro. Lo straordinario risultato nel gestito è stato propiziato in particolare dalla rete di Intesa San Paolo Private Banking (+804 milioni), seguita da Fideuram (+572 milioni) e da Sanpaolo Invest (+144 milioni). La medaglia d’argento nel ranking va a Banca Generali con un risultato complessivo di 711 milioni di euro in nuovi afflussi di cui 709 in gestito. Terzo gradino del podio per FinecoBank con 569 milioni di euro di nuovi afflussi, di cui 401 milioni in gestito. Seguono in classifica Allianz Bank con 501 milioni di euro e 504 in gestito e Azimut con 489 milioni di euro, dei quali 455 in gestito. Sesto posto per Banca Mediolanum con 409 milioni e 444 milioni in gestito. Tutte le società rilevate hanno fatto registrare una raccolta netta positiva, come si evidenzia nella tabella pubblicata in basso.

In testa sui tre mesi. La leadership sui tre mesi è sempre più saldamente nelle mani di Fideuram ISPB, con 2,2 miliardi euro di raccolta netta totale, di cui addirittura 3,3 nel gestito. Segue Banca Generali con 1,8 miliardi di raccolta netta e 1,5 di produzione nel gestito. Terza Allianz Bank con 1,28 miliardi totali e un miliardo di euro ricavati dall’attività commerciale nel gestito al netto dei disinvestimenti.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, da Assoreti un nuovo progetto di formazione certificata

Reti, un semestre a passo svelto

Consulenza, le reti devono devono accelerare su team e clienti condivisi

NEWSLETTER
Iscriviti
X