Carissimi promotori, benvenuti al Sud

A
A
A
di Redazione 18 Marzo 2013 | 11:15
Dall’autunno Banca Popolare di Puglia e Basilicata ha dato il benvenuto a due nuovi manager…

UN NUOVO RESPONSABILE DELLA RETE DI PF – La più recente novità dalla Banca Popolare di Puglia e Basilicata risale alla metà di gennaio quando – come riportò BLUERATING (qui la notizia) – l’istituto comunicò di avere un nuovo responsabile nazionale della rete dei promotori finanziari. Si tratta di Giacomo Percoco, anni 46, un’esperienza quasi ventennale nella rete di promozione finanziaria di Mps. Nella nuova veste, spiegava la nota, “si occuperà del coordinamento della struttura. Nel progetto della banca, il promotore finanziario già da tempo si avvale di una stretta sinergia con la filiale al fine di poter offrire ai clienti un qualificato servizio di consulenza e di pianificazione finanziaria”. Promotore finanziario dal 1996, barese di Altamura, Percoco ha attraversato tutte le fasi più significative della storia della promozione finanziaria di Mps: prima alla Banca 121, poi in Mps Banca Personale, infine sotto l’insegna del Monte dei Paschi di Siena. Il passaggio alla Popolare di Puglia e Basilicata è avvenuto i primi di dicembre.

150 FILIALI IN ITALIA – Oggi l’istituto – che conta 150 filiali in quasi tutta Italia, non è presente in Sardegna, Sicilia e Calabria, mentre è al Nord con 10 sedi – si avvale della collaborazione di 140 promotori finanziari, che hanno un portafoglio di 3 milioni di euro per un totale di 350 milioni. “L’obiettivo”, disse all’epoca del suo insediamento Percoco, “è il raddoppio del patrimonio in due anni”. Il manager sta dunque già lavorando per inserire nella sua rete nuove risorse. Quest’anno, secondo le ultime indicazioni, prevede di reclutarne 25 in tutto, con portafogli sopra i 5 milioni di euro. In un mercato in cui la media del settore si aggira attorno ai 10 milioni di euro, i margini per crescere ci sono. E Percoco non dovrà fare tutto da solo. La promozione finanziaria della Popolare di Puglia e Basilicata rientra nel perimetro della direzione generale, che da ottobre è affidata ad Alessandro Maria Piozzi. Nominato nella seduta del 30 ottobre dal consiglio di amministrazione, di origini umbre, 57 anni d’età, Piozzi è stato ai vertici di numerose realtà bancarie, tra le quali UniCredit, Capitalia e Banca Popolare di Vicenza. Il presidente della banca Pasquale Caso lo ha presentato con queste parole: “Unitamente al consiglio di amministrazione, abbiamo apprezzato l’alta professionalità e le consolidate capacità manageriali del direttore Piozzi, che alla guida operativa della banca ne garantirà una crescita sostenibile e autonoma e rappresenterà un punto di riferimento per i territori serviti. Nella certezza di contare anche sulla passione e sul senso di attaccamento all’azienda, a lui vanno gli auguri più sinceri di proficuo lavoro”. Il prossimo appuntamento in calendario per la banca è alla fine di marzo, con l’approvazione del bilancio 2012. L’anno precedente l’utile netto è stato di 7 milioni di euro, in crescita di oltre il 60% rispetto ai 4,4 milioni registrati al 31 dicembre 2010.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X